Progetto movida, si è svolto il primo focus group Foligno, le proposte

CasaPound, sicurezza Foligno centro non può essere ostaggio di droga e baby gang
Movida

FOLIGNO – Maggiore rispetto delle normative per garantire il rispetto della sicurezza, dell’ordine pubblico e del diritto al riposo attraverso un maggiore controllo degli organi di vigilanza, la riduzione dell’orario di chiusura dei locali, adeguati servizi igienici nel centro storico: sono queste le proposte che hanno trovato la maggiore adesione da parte di chi ha partecipato ieri al primo focus group del progetto movida, coordinato da Lucia Coco, consultore del sindaco.

Il percorso prevede la consultazione dei vari portatori di interesse al tema (come residenti, commercianti, giovani, forze dell’ordine) attraverso la tecnica del focus group per raccogliere le diverse rappresentazioni della problematica con le eventuali diversità di vedute rispetto al tema e l’individuazione di possibili azioni di cambiamento. Ieri si è effettuato il primo focus group con i residenti, alcuni in rappresentanza di associazioni come “Centro storico” e “Vivere il Centro storico”, altri che non appartenevano ad associazioni.

Il tema ha provocato discussioni vivaci. E’ stato anche contestato il metodo usato ma non è mancata la partecipazione collaborativa e il contributo positivo dei residenti presenti. Terminata la fase di ascolto dei focus group, con tutti i gruppi si attiverà un tavolo di negoziazione con l’amministrazione comunale con l’obiettivo di stipulare un “patto di convivenza urbana” che impegna i contraenti a rispettare quanto concordato, sulla scorta dell’esperienza di tante città italiane ed europee.

1 Commento

  1. E’ stato detto molto di più e ciò che è stato detto sarebbe saggio non annacquarlo. I residenti non devono fare alcun patto ne con chi non rispetta leggi e regolamenti ne con chi non li fa rispettare. Sarebbe come chiedere ad Abele di trovare, con l’ausilio di un giudice, un modo che sia meno inoopportuno per Caino assassinare Abele stesso. Sia chiaro a tutti Caino è l’omicida ed Abele la vittima e CHE NON CI SIA CONFUSIONE DI RUOLI NE CI SI PROVI A CONFONDERLI.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*