Prosa, “Sinfonia d’autunno” con Anna Maria Guarnieri al Politeama Clarici

Contraffazione carabinieri sequestrano oltre duecento capi denunciato ambulante a Foligno

Per la stagione della prosa giovedì 5 febbraio, alle 21, si terrà al Politeama Clarici lo spettacolo “Sinfonia d’autunno” di Ingmar Bergman, opera fondamentale della drammaturgia mondiale.

Gabriele Lavia, regista della presente edizione, torna a collaborare con il Teatro Stabile dell’Umbria per riproporre in teatro questo capolavoro, avvalendosi della presenza di una straordinaria e inimitabile protagonista della scena italiana, Anna Maria Guarnieri. Nel ruolo della figlia Valeria Milillo, attrice molto amata dal pubblico, che spazia con grande professionalità dal teatro, al cinema, alla televisione.

Nel cast anche Danilo Nigrelli, che oltre ad aver lavorato in teatro con alcuni dei maggiori registi italiani ha accumulato successi anche sul grande e piccolo schermo. Il personaggio di Helena è interpretato da Silvia Salvatori.

E’ predominante nell’opera il tema dell’esclusione, un sentimento che Bergman doveva conoscere molto bene. Un sentimento comune ai teatranti, anche ai concertisti…comune a quegli strani esseri umani che si espongono, che sono sul palcoscenico. Hanno una sola possibilità d’essere: esporsi. Non riescono a essere Padri o Madri. Mariti o mogli.

Non sono normali. Sono strani e sono condannati a quella che Bergman chiama la “Solitudine Assoluta”. Ma forse questa esclusione e questa “Solitudine Assoluta” è la maledizione comune della nostra epoca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*