Sindaco Zuccarini replica su questione centro sociale Centro Storico

 
Chiama o scrivi in redazione


Sindaco Zuccarini

Sindaco Zuccarini replica su questione centro sociale Centro Storico

“In merito alla questione relativa al centro sociale ‘Centro Storico’, occorre precisare che un incontro tra l’Amministrazione Comunale ed i rappresentanti del centro sociale si era già tenuto, e che proprio in quell’occasione avevamo preannunciato che, a seguito dell’ampliamento dell’attività dell’Università degli Studi di Perugia, ci sarebbe stata l’esigenza di occupare ulteriori spazi”.


Ufficio stampa Comune di Foligno


Lo afferma in una nota il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, sottolineando che “prima della fase pandemica, tra l’altro, era stato possibile raggiungere una sorta di convivenza e condivisione dei locali, ma attualmente, in considerazione della necessità di sanificare gli ambienti e di igienizzare le attrezzature, anche questa soluzione è diventata sostanzialmente impraticabile. Non è quindi l’Amministrazione Comunale, o tanto meno il sindaco, a chiedere agli anziani di lasciare la sede attuale, ma palesi e ben conosciute esigenze dei corsi di laurea, che anche lo stesso presidente del centro sociale, Pietro Mercuri, ha riconosciuto essere legittime e nel pieno interesse della nostra città. Ad onor del vero, l’Amministrazione Comunale si è prontamente attivata per cercare delle soluzioni alternative, abbiamo subito fatto effettuare un accurato censimento degli immobili nella disponibilità del patrimonio comunale, individuando quelli più idonei ad ospitare decine di persone, dove poter ballare e fare attività di aggregazione sociale. Tra tutti, il più indicato è risultato essere il capannone dell’ex Fils: attrezzato, capiente, servito da un comodo parcheggio ed a costo zero per i frequentatori. Per quanto riguarda la manifestazione svoltasi in piazza della Repubblica sabato mattina, è bene precisare non ho potuto partecipare in quanto era già stata precedentemente fissata da tempo la mia presenza all’inaugurazione ufficiale del centro ‘Fratelli Tutti’ con il cardinale Gualtiero Bassetti presidente della Conferenza Episcopale Italiana, del nostro vescovo e della Presidente della Regione Umbria. Ad ogni modo, ribadisco di essere assolutamente disponibile ad incontrare nuovamente i rappresentanti del centro sociale, ovviamente nelle sedi istituzionali deputate, per metterci intorno ad un tavolo e cercare di trovare insieme altre soluzioni. Occorre inoltre sottolineare che per ragioni prettamente burocratiche ed amministrative, non è possibile da parte del Comune pagare l’affitto di locali privati ad un centro sociale, a prescindere dalla volontà politica e dal ‘colore politico’ dell’amministrazione comunale. Ci siamo quindi adoperati a pieno per risolvere la questione, valutando ogni opzione praticabile, pronti anche ora a riprendere il dialogo nella massima serenità e spirito di collaborazione, nell’esclusivo interesse dei nostri concittadini più anziani. Proprio per questo ogni tentativo di strumentalizzazione politica risulta quanto mai inopportuno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*