“Da reporter a fotoreporter”, giunta approva progetto presenza ragazzi down a eventi organizzati dal Comune Foligno

Da Romano Carloni
FOLIGNO – Potranno essere presenti, come reporter o fotoreporter, durante gli eventi, organizzati o patrocinati dal Comune di Foligno, i ragazzi down iscritti all’Associazione Persone Down, sezione di Perugia, per scattare fotografie, realizzare interviste e pubblicare la propria esperienza sul periodico dell’Associazione “Diversamente facile: da reporter a fotoreporter”: la giunta comunale ha infatti approvato il progetto “Da reporter a fotoreporter”. Il Comune di Foligno ha sostenuto anche in passato varie iniziative dell’Associazione finalizzate all’inclusione sociale degli iscritti e ad una loro maggiore partecipazione alla vita cittadina, come le attività di volontariato nelle scuole, i tirocini formativi nei servizi comunali, le mostre dei lavori e delle foto. Il Comune ha tenuto conto che con il finanziamento da parte della Regione Umbria del progetto “Da reporter a fotoreporter” gli iscritti all’Associazione hanno avuto modo di acquisire abilità nella tecnica fotografica dimostrando lo scorso anno – durante la mostra fotografica che ne è seguita nella ex chiesa di Betlem – il loro stile personale e spontaneo unito alla creatività e sensibilità nella scelta degli scatti. Con la partecipazione dei ragazzi down agli appuntamenti promossi dal Comune si vuole che questa importante occasione d’integrazione e di realizzazione personale non venga lasciata cadere ma venga messa a frutto e progredisca ancora.

L’Associazione si farà carico di fornire gli strumenti necessari, come macchine e materiali fotografici, un tesserino di riconoscimento dei 2 o 3 ragazzi che saranno presenti per ogni manifestazione, la copertura assicurativa per garantire la sicurezza durante le varie fasi delle loro attività, presenti i tutor che li accompagneranno Potranno essere forniti, su richiesta al Comune, le foto o i filmati delle interviste fatte durante le varie manifestazioni per un eventuale archivio dedicato.

“Si tratta di un provvedimento che consentirà di proseguire in un percorso importante per lo sviluppo delle attività dei ragazzi down”, ha detto Rita Barbetti, vicensindaco con delega all’istruzione”. Va ricordato che è attivo, da tre anni, in 5 scuole folignati un progetto di volontariato proposto dall’Associazione Persone Down che consente a 5 ragazzi di essere attivi in attività di supporto negli istituti scolastici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*