Caprai4Love e restauro Chiesa Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna

sarà realizzato in collaborazione con il Comune di Bevagna

Caprai4Love e restauro Chiesa Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna

Caprai4Love e restauro Chiesa Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna

Caprai4Love  – Il progetto #Caprai4Love, in linea con l’onorificenza conferita a Marco Caprai come Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana per il suo impegno nell’integrazione dei rifugiati richiedenti asilo, si concentra quest’anno sul restauro della Chiesa della Beata Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna, in collaborazione con il Comune di Bevagna.

**Sagrantino Re Migrante: Il vino simbolo di integrazione e responsabilità sociale**

Marco Caprai, amministratore delegato dell’Azienda Agricola Arnaldo Caprai, ha affermato che il progetto #Caprai4Love è diventato parte integrante della filosofia aziendale, esprimendo l’impegno continuo verso la cultura del territorio e la responsabilità sociale. Attraverso questo progetto, l’azienda intende restituire un dividendo sociale alla comunità, includendo migranti e promuovendo l’integrazione sociale e lavorativa. Finora, oltre 200 richiedenti asilo hanno trovato impiego grazie all’azienda, che conta su una forza lavoro composta per due terzi da migranti provenienti da 23 nazioni diverse.

#Caprai4Love, avviato nel 2013, mira al recupero di opere d’arte territoriali, coinvolgendo associazioni e amministrazioni locali. Basato sul concetto di sostenibilità, il progetto si rinnova ogni due anni, contribuendo a promuovere le bellezze paesaggistiche e artistiche di Montefalco e del territorio umbro.

La nuova edizione di #Caprai4Love è stata presentata a Vinitaly, e durante l’evento sono intervenuti illustri ospiti, tra cui il prof. Attilio Scienza, la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, il sindaco di Bevagna Annarita Falsacappa e il giornalista Carlo Cambi.

La bottiglia di Montefalco Sagrantino Docg annata 2020 dedicata a questa iniziativa sarà firmata dall’artista umbro Luigi Frappi, e il ricavato dalle vendite contribuirà al restauro della Chiesa della Beata Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna.

Il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa, ha espresso entusiasmo per l’iniziativa, lodando l’impegno di Marco Caprai nel promuovere l’integrazione e nel contribuire al restauro di un importante patrimonio religioso e culturale.

Il restauro della Chiesa della Beata Vergine Maria di Costantinopoli sarà realizzato in collaborazione con il Comune di Bevagna, con l’obiettivo di completare i lavori entro fine anno e inaugurare il nuovo spazio culturale e di aggregazione entro dicembre. Oltre al restauro della chiesa, sarà creato un parco antistante per favorire la socialità e la fraternità, celebrando così i valori di integrazione e accoglienza.

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha elogiato Marco Caprai per l’iniziativa, sottolineando il valore della cantina Arnaldo Caprai come ambasciatrice dell’Umbria nel mondo.

La Chiesa della Beata Vergine Maria di Costantinopoli a Bevagna è un simbolo di accoglienza e integrazione, nota anche come la “Madonna che vien dal mare”, in riferimento ai tanti migranti che approdano sulle coste italiane. La sua storia e la sua iconografia rappresentano un legame tra le comunità locali e le minoranze etniche presenti nella regione.

Infine, il giornalista Carlo Cambi ha evidenziato il legame tra la chiesa e la Via Lauretana, sottolineando il ruolo del vino Sagrantino e della cantina Arnaldo Caprai nel promuovere una nuova civiltà basata sull’integrazione e sulla valorizzazione del territorio umbro.

**Sull’artista Luigi Frappi**

Luigi Frappi è un pittore umbro noto per la sua capacità di reinterpretare la natura morta e il paesaggio umbro con uno stile contemporaneo. Frappi, fondatore del movimento “Nuova maniera italiana” degli anni ’80, ha ricevuto elogi dalla critica d’arte per la sua capacità di creare opere che

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*