“Young Jazz Weekend – Preview#1” allo Zut di Foligno, sotto il segno della sperimentazione

FOLIGNO – Con la primavera si inizia già a sentire il richiamo delle note, e non solo del jazz ma soprattutto di quelle targate Young Jazz. Il festival, che per la sua 11esima edizione è in programma a Foligno dal 20 al 24 maggio 2015, nel suo percorso di avvicinamento ha in serbo intanto una due giorni di anteprime, all’insegna come sempre della sperimentazione e della commistione di generi. Gli appuntamenti saranno anche le occasioni per annunciare così l’evento di maggio e la prima relativa line-up.

Venerdì 20 e sabato 21 marzo prossimi andrà in scena infatti un suggestivo “Young Jazz Weekend – Preview#1” con due concerti in programma alloZut di Foligno, spazio culturale cittadino che torna così a collaborare con l’associazione che da oltre dieci anni sta lavorando per dare spazio alle più giovani e fresche realtà musicali jazzistiche nazionali e internazionali.

Si inizia il 20 marzo alle 21 (ingresso libero) con l’esibizione Belly Hole Freak, bluesman romano (conosciuto anche come Massimiliano, gestore del Sinister Noise) che per l’occasione presenterà ufficialmente “Superfreak!”, il suo nuovo e scoppiettante disco pubblicato dall’etichetta Black Vagina Records. Sotto l’egida dell’irriverente etichetta folignate, Belly Hole Freak “one man band” propone quindi un lavoro influenzato dal delta blues, dal primo swing dixieland con un’attitudine rock’n’roll ispirato da artisti come Howlin Wolf, Captain Beefheart, Robert Johnson, Tom Waits. Il suo tour successivamente alla data di Foligno toccherà altre città italiane ed inoltre, Svizzera, Austria, Francia, Belgio, Germania.

Sabato 21 marzo alle 22 (ingresso 8 euro) il palco dello Zut sarà tutto per i Junkfood 4tet. Il background musicale estremamente eterogeneo dei singoli componenti (Paolo Raineri – tromba, Michelangelo Vanni – chitarra, Simone Calderoni – basso, Simone Cavina – batteria) ha fin dall’inizio orientato i Junkfood a cercare di proporre una sintesi tra generi molto diversi tra loro: post-rock strumentale, prog, ambient, jazz, funk, il tutto masticato e riproposto attraverso un sound coerente ed originale. Dal 2007 in poi i Junkfood hanno suonato in diversi club e festival italiani e come singoli componenti suonano e hanno collaborato a vario titolo anche con band e artisti quali Yuppie flu, Mariposa, Calibro 35, Wu Ming.

La serata prevede anche una cena vegetariana a partire della 20 (info e prenotazioni al tel. 389.0231912). Cena e concerto saranno al costo di 20 euro (solo concerto 8 euro).

Dopo questa prima due giorni di anteprima, le prossime preview (#2 e #3) si svolgeranno l’11 aprile (sempre in collaborazione con lo spazio Zut e all’interno del Festival di Scienza e Filosofia) e il 14 maggio.

Young Jazz Festival 2015 (20-24 maggio)

Dopo aver festeggiato il decennale, Young Jazz si appresta a tuffarsi nel suo secondo decennio. Dal 20 al 24 maggio 2015 andrà in scena l’undicesima edizione del Festival, con una programmazione come sempre di qualità che comprenderà importanti artisti italiani ed internazionali.

Accanto alle sezioni ormai consolidate all’interno del Festival, l’edizione 2015 prevede anche alcune novità sostanziali. Prossimamente saranno annunciati i nomi degli ospiti principali e ulteriori dettagli del festival.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*