Utilizzo di unità cinofile e tecnologie avanzate per garantire la sicurezza dei viaggiatori

Utilizzo di unità cinofile e tecnologie avanzate

Utilizzo di unità cinofile e tecnologie avanzate per garantire la sicurezza dei viaggiatori

Prosegue con determinazione l’opera di vigilanza straordinaria attuata dalla Polizia Ferroviaria nelle stazioni di Perugia e Foligno. Questa iniziativa fa parte di un più ampio programma di sicurezza realizzato dal Compartimento Polfer delle regioni Marche, Umbria e Abruzzo, con l’obiettivo di elevare i livelli di sicurezza per i passeggeri ferroviari.

Durante le operazioni di controllo, gli agenti hanno potuto contare sull’assistenza di unità cinofile specializzate nell’individuazione di sostanze stupefacenti, esaminando viaggiatori sia nelle stazioni che a bordo dei treni. Gli agenti hanno utilizzato moderni strumenti tecnologici, inclusi smartphone per verifiche documentali immediate e metal detector per l’ispezione dei bagagli.

L’intensificazione dei controlli mira non solo a prevenire i reati di microcriminalità quali furti, rapine e spaccio, ma anche a contrastare attività potenzialmente pericolose come l’accattonaggio molesto e i borseggi, specialmente durante le fasi di salita e discesa dai treni.

Le misure adottate comprendono anche la sorveglianza delle infrastrutture ferroviarie e degli obiettivi sensibili, una pratica resa ancor più cruciale dal contesto internazionale attuale, essenziale per prevenire atti vandalici, furti di rame e danneggiamenti.

Nell’ultima settimana, l’efficacia di questi controlli è stata dimostrata dall’identificazione di 542 persone e dalla supervisione dell’arrivo e partenza di 12 treni. Inoltre, sono state realizzate 41 pattuglie nelle stazioni e 6 a bordo dei treni, confermando l’impegno costante delle forze dell’ordine nella tutela dei cittadini.

Questa attività intensiva si è anche tradotta in una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini sui comportamenti da evitare in ambito ferroviario, come l’attraversamento improprio dei binari o la non osservanza delle norme di sicurezza, rafforzando così la consapevolezza pubblica e la prevenzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*