La carica dei 140 segna il successo del Criterium Amoni Assicurazioni

La carica dei 140 segna il successo del Criterium Amoni Assicurazioni

 È andato oltre i migliori auspici il Criterium Amoni Assicurazioni, in primis grazie all’energia e alla passione dei campioncini della categoria Giovanissimi. Ben 140 piccoli ciclisti hanno infatti animato il Ciclodromo di Corvia nel pomeriggio di sabato 30 aprile, contribuendo alla riuscita di una manifestazione fortemente voluta, al netto di qualche traversia, dall’UC Foligno Start.


fonte Ufficio Stampa
Unione Ciclistica Foligno


Senza il fardello del maltempo la prova intitolata alla compagnia assicurativa di Aldo e Roberto Amoni, prevista in origine lo scorso 2 aprile e slittata a causa del meteo avverso, ha potuto brillare in tutta la sua luce. Il sole e le condizioni finalmente primaverili hanno anzi garantito una bella spinta in termini di adesioni, con un campo partenti vicino ai 150 elementi in rappresentanza di 16 società, provenienti da Umbria, Marche, Toscana e Abruzzo. Il fattore campo non si è certo fatto sentire per le formazioni marchigiane del Pedale Chiaravallese e del GS Pianello, vincitrici rispettivamente della classifica a partecipanti e a punti riservate ai gruppi sportivi. Qualche buon acuto, specie in campo femminile, è arrivato però anche dai padroni di casa dell’UC Foligno Start, con il successo di Aurora Bolletta tra le G5 e i 3° posto di Cloe Lidia Pascucci ed Emmanuel Gentili a livello G4 e G1.

Al di là dei risultati su strada quello di aver allestito un’altra giornata speciale di sport e aggregazione resta il successo più significativo per la società del presidente Mauro Angelucci, pronta adesso a rilanciare la posta. La macchina organizzativa tornerà infatti in piena operatività il prossimo 22 maggio, quando il Ciclodromo di Corvia ospiterà i piccoli protagonisti di “Avanti Tutta!”, evento di gioco ciclismo che, con la collaborazione dello sponsor Ormesa, farà da veicolo di sensibilizzazione sui temi dell’inclusione e della disabilità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*