Foligno Orvietana finisce a reti inviolate all’Enzo Blasone

Un risultato che comunque avvicina i Falchi all’obiettivo Serie D

Foligno Orvietana finisce a reti inviolate all’Enzo Blasone

FOLIGNO CALCIO SSDARL comunica che in data odierna, domenica 24 marzo 2019, si è disputata la ventiseiesima gara del campionato di Eccellenza umbra. La partita Foligno-Orvietana svolta allo stadio “Enzo Blasone” di Foligno, è terminata 0-0.

Vuoi il caldo, vuoi la stanchezza per gli impegni ravvicinati tra campionato e Coppa, vuoi l’avversario spigoloso e ben disposto, contro l’Orvietana il Foligno non va oltre lo 0-0. Un risultato che comunque avvicina i Falchi all’obiettivo Serie D: il Lama, sotto 2-0 con il Massa Martana, alla fine impatta, ma il distacco rimane di 8 punti a quattro giornate dalla fine. Lenti e poco brillanti i ragazzi di Armillei, ma alla fine il pareggio non è assolutamente un risultato da buttare via.

LA SFIDA – Inizio di gara che vede gli ospiti pimpanti e giocare a viso aperto. La formazione di Ciccone all’11’ va vicinissima al vantaggio, quando Locchi pennella dai 20 metri da calcio piazzato un destro bellissimo, che si stampa sul palo interno. Foligno che invece pare ancora alle prese con le scorie dello 0-3 incassato in Coppa dalla Bagnolese e non riesce ad essere ficcante. Per la prima sortita dei bianco-azzurri bisogna aspettare il 24’: Pettinelli avvia Pinsaglia dalla destra che fa arrivare palla rasoterra a Francioni: la conclusione si impenna anche per effetto di una deviazione di un difensore e Sganappa sembra toccare quel tanto che basta per mandare in angolo.

Dopo un avvio un po’ così i Falchi ritrovano il filo del gioco, ma l’Orvietana è molto ben disposta. Al 37’ è Giabbecucci a tentare il destro da fuori sugli sviluppi di un corner, ma senza grossi risultati.

In generale è un match equilibrato, con errori da ambo le parti che non giovano allo spettacolo. Primo tempo bruttino e a reti inviolate. Ripresa che inizia sulla falsa riga dei primi 45’ e che proseguirà forse in maniera ancora più noiosa.

Foligno che ha il problema di non riuscire a sveltire la manovra e l’Orvietana con i ritmi bassi ci sguazza che è una meraviglia. Il giro palla dei padroni di casa è lento e il movimento senza palla sembra limitato. Non è che però l’Orvietana faccia di più. Anzi. Al 16’ proprio gli ospiti potrebbero rendersi pericolosi: un tacco di Polidori avvia la penetrazione di Missaglia, che dal fondo mette indietro un pallone insidiosissimo, su cui il primo ad arrivare al limite è Bernardini, che però sballa tutto.

Passano i minuti e le squadre continuano, complice anche il caldo, ad affrontarsi senza incidere. Il Foligno non trova sbocchi ed idee: basti pensare che il primo tiro della ripresa arriva al 37’ su una girata di Gorini in seguito a un corner che finisce abbondantemente alta. L’Orvietana nel finale si copre ancora di più per evitare qualsiasi rischio, ma per i ragazzi di Armillei non è proprio una giornata entusiasmante e la gara termina senza vincitori né vinti. Un pareggio che almeno avvicina i bianco-azzurri all’obiettivo.

Queste le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei al termine del match: «Quando si pareggia in casa un pizzico di delusione c’è, ma questo 0-0 ci avvicina ancora di più all’obiettivo, visto che anche il Lama ha pareggiato. Nel primo tempo le due squadre hanno ben figurato: ha inciso poi il caldo e la fatica delle tante gare in pochi giorni. Non siamo riusciti a renderci pericolosi, ma non è che abbiamo avuto grosse difficoltà dietro. Siamo alla fine della stagione e partite come questa ci stanno».

FOLIGNO – ORVIETANA 0-0
FOLIGNO (4-3-1-2): Roani; Pinsaglia, Zanchi (21’ st Ciccioli), Petterini, Pagliarini; Pettinelli, Gorini, Giabbecucci (32’ st Salvucci); Ventanni (35’ st Gjinaj); Peluso (40’ st Tempesta), Francioni.
A disp.: Manni, Baldoni, Materazzi, Ramilli, Fondi. All.: Armillei.
ORVIETANA (4-2-3-1): Sganappa; Cotigni, Annibaldi, Bricchetti, Bianco; Dida (36’ st Lispi), Bernardini; Perquoti, Locchi (18’ st Colace), Missaglia; Polidori (26’ st Liurni).
A disp.: Massetti, Mosconi, Terracina, Dottarelli, Cincarelli, Bartolomei. All.: Fiorucci (assente, in panchina Ciccone).
ARBITRO: Checcaglini di Perugia (assistenti: Giovanardi di Terni – Capicci di Terni).
NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti: Bernardini (O), Giabbecucci (F), Gorini (F). Angoli: 9-1. Recupero: 0’ pt e 4’ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*