Foligno calcio e i vicepresidenti, Salari, Mezzenga, Armillei e Cuccaga

 
Chiama o scrivi in redazione


Foligno calcio e i vicepresidenti, Salari, Mezzenga, Armillei e Cuccaga

Foligno calcio e i vicepresidenti, Salari, Mezzenga, Armillei e Cuccaga

Il Foligno calcio ha presentato i nuovi vice-presidenti, Marco Mezzenga e Simone Salari, e di Michele Cuccagna e Antonio Armillei, rispettivamente riconfermati nei ruoli di Direttore Sportivo e Allenatore Prima Squadra.

Si riparte, dopo il lockdown a causa della pandemia Covid-19 e la fine anticipata del campionato, tra belle novità e piacevoli conferme. Presentati oggi nella bella cornice dell’hotel “Casa Mancia” i nuovi vice-presidenti Marco Mezzenga e Simone Salari e i confermati Michele Cuccagna nel ruolo di Direttore Sportivo e Antonio Armillei come tecnico della Prima Squadra.

Queste le basi su cui il presidente Guido Tofi ha puntato per avviare il nuovo progetto del Foligno Calcio 2020/21: «Parte una nuova avventura, con molto entusiasmo – dice il numero uno bianco-azzurro -. Vivremo una stagione particolare: dopo un ciclo di tre anni in cui abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi, arrivando dalla Promozione in D e riuscendo a mantenere la categoria, piazzandoci anche tra società più virtuose nell’iniziativa “Giovani di Valore”.

Questo era il passato, oggi si parla di futuro. Nei prossimi anni dobbiamo innanzitutto garantire la permanenza in D nei prossimi tre anni, cercando di migliorare i piazzamenti e puntando sui nostri giovani. Non facciamo voli pindarici, al momento le condizioni della città possono permetterci questo». Spazio a volti nuovi: «Abbiamo rinnovato le cariche di vice-presidente per dare un’immagine più giovane, accattivante e penetrante. Simone Salari e Marco Mezzenga hanno assunto la vice-presidenza. Un grande ringraziamento va a Lorenzo Battisti e Gianpiero Fusaro per il lavoro svolto in questi anni».

Due poi le gradite conferme a livello sportivo: «Fino a quando farò calcio le prime persone che interpellerò sempre per prime saranno Michele Cuccagna ed Antonio Armillei. Con loro c’è un rapporto sincero e trasparente che deve continuare senza una data limite. Con serietà e disponibilità cercheremo di risolvere le problematiche: le risorse economiche per affrontare il campionato saranno sicuramente inferiori rispetto agli anni scorsi».

Qui il presidente annuncia un’importante novità: «Abbiamo intenzione di mettere in vendita gli abbonamenti a prezzi stracciati, a 20 euro. Si tratta di un modo di dare un piccolo contributo: si entra quando si vuole a vedere le partite della squadra della città. Sarà uno stadio “a porte aperte”, senza biglietterie e via dicendo. Proprio per questo punto a vendere 2000 abbonamenti! Questa sarà la novità, a prescindere da quando riapriranno gli stadi al pubblico. Un’ultima cosa: vorrei che i tifosi siano il più vicini possibile a Cuccagna ed Armillei: non è stato facile per loro ripartire praticamente da zero».

Parola ora ai nuovi vice-presidenti. Simone Salari avrà la delega alla gestione Prima Squadra e Juniores: «Vorrei ringraziare il presidente per avermi dato fiducia e poi il Direttore Generale Pino (Giuseppe, ndr) Feliciotti. Con lui sono partito 7-8 anni fa con la Nuova Fulginium e abbiamo fatto una scalata dalla Seconda Categoria alla Promozione; e guarda caso in quelle categorie c’erano anche Armillei come allenatore e Cuccagna come giocatore. Di loro mi fido tantissimo. Si sono creati legami importanti, cementati anche dall’ingresso nel Foligno Calcio, che ci ha portato grandi soddisfazioni. Speriamo di poter arrivare a bei risultati anche in futuro».

Marco Mezzenga avrà invece la delega al marketing e alla comunicazione: «Per me è un onore ricoprire questa carica. Sin da giovane ho seguito e tifato il Foligno Calcio.

Voglio dare un’immagine diversa del Foligno e di Foligno, che è la terza città dell’Umbria: bisogna evidenziare le nostre eccellenze. Siamo una società strutturata, che non ha solo problemi ma cose positive. Useremo sempre di più i sociali e strumenti digital, anche per coinvolgere le piccole attività che non possono fare grandi sponsorizzazioni. Mano a mano miglioreremo sempre di più».

Relativamente alla parte tecnica il Foligno Calcio riparte per la quarta stagione di fila da Antonio Armillei in panchina e con Michele Cuccagna come uomo-mercato. Acclamatissimo il mister: «Lo dico per il quarto anno di fila: questa è casa mia. Grazie al presidente e alla società per l’opportunità. La mia è una scelta di cuore e sono legato alla maglia e alla città. In una famiglia nei momenti di difficoltà non bisogna farsi indietro ma affrontare le problematiche: la prossima stagione sarà sicuramente complicata.

Grazie per quello che hanno fatto lo scorso anno ai ragazzi che non saranno più con noi: ora confido in Cuccagna e nella società per la costruzione di un gruppo che ci permetta di fare la nostra bella figura. Prometto, come sempre, massimo impegno e determinazione ogni giorno e ogni domenica. Un pensiero ai tifosi: vi ho sentito sempre vicini; non siamo riusciti forse a ricreare l’entusiasmo che questa città merita. Vi dico però: facciamolo insieme. Non pensiamo – e qui Armillei cita il presidente americano John Kennedy – a quello che il Paese può fare per voi ma a quello che voi potete fare per il paese».

A Michele Cuccagna il compito di costruire la nuova squadra: «Grazie ovviamente al presidente per le belle parole nei nostri confronti. Sarà una stagione particolare, all’insegna dell’incertezza. Il campionato sarà difficile, ma siamo sicuri che noi rappresentiamo la città di Foligno e questo ce lo sentiamo dentro: dovremo trasmetterlo ai nostri giocatori e a chi arriverà. Grazie, a proposito, ai ragazzi che sono andati via.

Non piangiamoci addosso, anzi impegniamoci per tenere alto il nome di Foligno. Mercato? Abbiamo iniziato a muoverci martedì. Abbiamo perso tanti giocatori, ma non abbiamo alcuna fretta. Dobbiamo portare a Foligno gente che porti il più in alto possibile il nome di Foligno».

Chiusura ancora con il presidente Tofi che lancia un appello: «Mi raccomando, stateci accanto. Qualche stupidaggine la faremo, ma questo è un gioco. Abbiamo bisogno di tutto il calore possibile da parte della città»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*