E’ morto Rufino Martellini oggi i funerali, il ciclismo umbro in lutto

 
Chiama o scrivi in redazione


E’ morto Rufino Martellini oggi i funerali, il ciclismo umbro in lutto

E’ morto Rufino Martellini, 77anni di Foligno, Commissario U.C.I. di lungo corso e valorosa militanza, tra i giudici umbri più apprezzati e conosciuti. A dare la notizia, riportando un articolo del Vespa Club Perugia è la redazione tuttbiciweb.

Oggi, alle 12 presso la chiesa della parrocchia di Sant’Angela da Foligno – in via Toscana 12 alle 15,30 i funerali.

«Rufino Martellini – c’è scritto sul portale – arrivava dal ciclismo antico e ha mantenuto nell’arco della carriera le valenze e le caratteristiche positive che si possono collegare appunto al ciclismo antico. Caratteristiche e atteggiamenti che l’hanno accompagnato nell’importante sviluppo della carriera dove il buon senso, sempre presente ed esercitato, si accompagnava al dettato regolamentare. Cosa che, sovente, taluni operatori della categoria, ancor giovani, tendono in questo periodo a sostituirlo con atteggiamenti volti a preferire un presenzialismo protagonista, l’apparire in luogo dell’essere».

Dopo gli inizi nella sua Umbria, l’allora giovanotto di Foligno, neppure trentenne, è valido e celere giudice d’arrivo in due Giri d’Italia e da qui prende il via una carriera di grande soddisfazione. Un crescendo che appunta sul petto di Rufino Martellini nastrini e medaglie che testimoniano una carriera d’eccellenza assoluta con un “cursus honorem” nel quale spiccano la presenza nel collegio dei commissari alle Olimpiadi di Atene 2004, presidente ai Campionati del Mondo 1997 oltre ad altre sei presenze, Giri di Francia, Giro di Spagna e, di conseguenza, in tutte le corse-monumento e in importanti appuntamenti in pista (trentadue seigiorni) o nel ciclocross.
AdKronos -
I due corridori del Giro di Spagna, il venezuelano Leonardo Sierra e lo spagnolo Ramon Gonzales Arrieta che ieri durante la tappa de la Coruna si sono presi a cazzotti a causa di una caduta a 25 chilometri dall’arrivo, sono stati esclusi dal tour. La decisione gia’ annunciata ieri dagli organizzatori i quali avevano assistito all’inconsueta rissa, e’ stata ufficializzata stamane prima della partenza della tappa successiva. Il Presidente della giuria internazionale l’italiano Rufino Martinelli ha infatti affermato che ”si e’ trattato di una giusta e motivata sanzione”.

Ad Alessandra e Federica🧡🧡  unitamente a tutti i familiari giungano le più sentite condoglianze dalla nostra Redazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*