Calcio, Coppa Italia di Eccellenza, Foligno-Ducato 2 a 0

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio Coppa Italia di Eccellenza, Foligno-Ducato 2 a 0. Mercoledì 29 agosto 2018, si è disputata la seconda giornata del girone C della Coppa Italia di Eccellenza umbra. La partita Foligno-Ducato svolta allo stadio “Enzo Blasone” di Foligno, è terminata 2-0 in favore del Foligno.

© Protetto da Copyright DMCA

Ed anche l’esordio casalingo è andato alla grande. Nella seconda gara del girone C della Coppa Italia di Eccellenza il Foligno supera per 2-0 la Ducato ed ipoteca l’accesso alle semifinali: a Santa Maria degli Angeli basterà un punto. Primo tempo scintillante dei Falchi, che però hanno trovato la rete solo nel recupero; nella ripresa più viva la squadra spoletina, ma un infortunio del portiere Carsetti ha spianato la strada alla vittoria bianco-azzurra.

LA CRONACA – Partita che inizia con gli applausi dei tifosi del Foligno verso il grande ex Mattia Cavitolo, a cui è stato dedicato uno striscione (“Mattia uno di noi”). L’avvio dei ragazzi di Armillei è veemente e gli ospiti faticano ad opporsi: già al 5’ Giabbecucci si fionda di sinistro su una palla vagante al limite ma il tiro, scavalcato Carsetti, si stampa sulla traversa. Le folate dei padroni di casa proseguono: al 13’ Pagliarini trova in area Gjinaj che si gira e di sinistro indirizza sul primo palo, però il legno dice ancora no.

Ancora Giabbecucci ci riprova poco dopo (15’) dopo essersi ritagliato lo spazio per calciare da posizione centrale, con palla di poco sul fondo. La Ducato è frastornata, ma ancora in piedi visto che il Foligno non è riuscito a piazzare il colpo. La spinta bianco-azzurra diminuisce, ma non si arresta: al 33’ ghiotta palla messa dal fondo da Ventanni, ma nessun compagno è pronto a colpire al centro; al 36’ invece grande stop a centrocampo di Salvucci, palla in verticale di Giabbecucci per Gjinaj che supera Moretti ed entra in area, ma da posizione defilata non inquadra bene verso secondo palo.

C’è spazio anche per il terzo legno di giornata: calcio piazzato dalla lunetta di Gorini, con Carsetti che ci mette i pugni e manda sulla traversa (40’). Poi al 45’ tenta la sortita offensiva (senza fortuna) pure Zanchi, che gira alto di testa uno spiovente di Gorini. Primo tempo che sembra destinato allo 0-0, ma all’ultimo affondo il Foligno trova il gol: Pagliarini dal fondo mette un cross; Ventanni dalla parte opposta prova a coordinarsi trovando però un tiro sporco, quanto basta comunque a Gjinaj per fiodarcisi da due passi e insaccare. Gol dedicato dall’attaccante al compagno di squadra Cascianelli.

A uno scintillante primo tempo però fa da contraltare una ripresa in tono minore dei bianco-azzurri. La Ducato sembra più viva e compatta, messa meglio, mentre il Foligno gigioneggia un po’ troppo. Campanello d’allarme al 6’, quando Moretti ruba palla a Pagliarini e si invola verso la porta, trovando però la risposta di piede di Roani; poi sulla ribattuta Tomassoni calcia alto. Ventanni (17’), imbeccato da Gorini, prova a piazzare il sinistro a giro che Carsetti tocca con la punta delle dita, ma è la Ducato a metterci qualcosina in più. Al 19’ Gadji lanciato in area riesce a superare in pallonetto Roani, ma Petterini spazza senza tanti complimenti.

La fortuna dà comunque una mano ai ragazzi di Armillei al 22’: su retropassaggio di Raspa, il giovane portiere ospite Carsetti si fa impaurire dal perfido pressing di Peluso che con mestiere gli soffia la sfera e la porta con calma in porta. È la rete che di fatto spegne quasi del tutto le velleità delle Ducato. Potrebbe arrivare anche il 3-0, ma Carsetti è bravo su Peluso (31’), poi poco dopo l’azione personale di Ventanni si conclude con un diagonale a lato. L’ultimo a mollare degli spoletini è Gadji, che prima del fischio finale chiama ancora in causa Roani: al 34’ su un errato disimpegno della difesa, al 49’ invece per vie centrali su azione di forza. Ora in casa dell’Angelana i Falchi dovranno compiere l’ultimo passo per centrare le semifinali di Coppa.

Queste le dichiarazioni del tecnico Antonio Armillei al termine del match: «Sono molto contento per il primo tempo e per il risultato. Nel secondo invece non abbiamo giocato come sappiamo, da squadra. Abbiamo fatto davvero una prima frazione alla grande, ma dobbiamo sempre migliorare. Davanti non avevo tantissime soluzioni, a inizio ripresa ho dovuto anche far uscire Gjinaj per alcuni problemini e avevo solo Peluso. Ora pensiamo alla prossima per centrare la qualificazione».

FOLIGNO – DUCATO 2-0
FOLIGNO (4-3-2-1): Roani; Pinsaglia (32’ st Ciccioli), Zanchi, Petterini, Pagliarini; Salvucci (27’ st Tempesta), Gorini, Giabbecucci; Ventanni, Pettinelli; Gjinaj (8’ st Peluso).
A disp.: Meniconi, Baldoni, Poli, Federiconi, A. Fedeli, Giannò. All.: Armillei.
DUCATO (4-4-2): Carsetti; Moretti, Raspa, Barbetta (33’ pt Gadji), Pergolesi; S. Fedeli, Piantoni, Quaglietti (27’ st Paci), Maggiolini (1’ st Rossi); Cavitolo (35’ st Stella), Tomassoni (8’ st Kola).
A disp.: Cimarelli, Emili, Ammenti, Zeppadoro. All.: Ricci.
ARBITRO: Palmieri di Perugia (Menichetti di Orvieto – Quartucci di Perugia).
MARCATORI: 47’ pt Gjinaj (F), 22’ st Peluso (F).
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: Gorini (F), Pergolesi (D), Kola (D), Salvucci (F), Petterini (F), Paci (D). Angoli: 4-4. Recupero: 2’ pt e 5’ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*