Presentato corso di laurea magistrale in “Protezione e Sicurezza del Territorio e del Costruito”

Presentato corso di laurea magistrale in “Protezione e Sicurezza del Territorio e del Costruito”

Presentato corso di laurea magistrale in “Protezione e Sicurezza del Territorio e del Costruito” Per l’anno accademico 2018/2019 a Foligno, nella sede del centro studi, verrà istituito il nuovo corso di Laurea Magistrale in Protezione e Sicurezza del Territorio e del Costruito dell’Università degli Studi di Perugia, istituito dal Dipartimento di Ingegneria per l’anno accademico 20182019.

“Questo corso era un punto fermo del mio programma di rettorato: ora trova la sua concretizzazione – ha sottolineato oggi nella sala consiliare del Comune di Foligno il rettore Franco Moriconi – ho sempre ritenuto che il rapporto con il territorio sia fondamentale, nonostante le difficoltà del momento: questa nuova iniziativa è stata possibile anche grazie alla risposta estremamente collaborativa da parte del sindaco Mismetti, della Città e del Centro Studi Città di Foligno che ha un ruolo di coordinamento importantissimo.

Da tempo, a Foligno, sono attivi corsi legati alle professioni sanitarie, ci sono laboratori e master che ben dimostrano il lavoro fatto sino a ora. E questo nuovo corso si cala, per mille ragioni, in maniera coerente, in questo territorio, dove c’è anche l’ aeroporto e la sede del centro regionale di Protezione Civile”.

LEGGI ANCHE: Foligno, sacerdote si laurea, parrocchia costruisce Apocalisse

Per il sindaco di Foligno, Nando Mismetti “oggi è una giornata straordinaria per la città perché si conferma ancora una volta il filone che lega la formazione e la cultura al suo territorio –. Foligno ha vissuto un lungo periodo legato alla ricostruzione e ha collaborato con l’Università degli studi di Perugia per l’istituzione di corsi legati alla protezione civile e alla prevenzione delle calamità.

Senza ricerca e cultura non c’è miglioramento, specie in un territorio che è a rischio per la sua conformazione: questo corso corrisponde perfettamente a questo scenario”.

“Questo corso punta in primo luogo a creare ingegneri che si possano iscrivere all’Ordine – ha spiegato il professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria -, ma con una preparazione fortemente multidisciplinare, dovendo affrontare le numerose e diverse attività che riguardano la protezione civile e che spaziano, solo per fare degli esempi, dalla gestione dei problemi psicologici delle persone alle azioni a sostegno delle attività economiche danneggiate, dall’intervento sul patrimonio storico-artistico fino alle attività di salvataggio degli animali”.

Il direttore del Centro Studi Città di Foligno, Mario Margasini, ha annunciato che lunedì 2 luglio 2018, alle ore 17, nella sede del Centro Studi, si svolgerà un incontro pubblico per illustrare le peculiarità del corso di laurea magistrale presentato oggi.

1 Commento

  1. Io avrei ptato sul potenziamento e la specializzazione delle discipline sanitarie e infermieristiche per specializzare e meglio qualificare polo universitario di Foligno a livello nazionale.
    Questa nuova e lodevole iniziativa mi pare simile a quella fallita per formare dei tecnici della Protezione civile che è stato un Flop e una reale perdita di tempo per molti giovani.
    Temo che la storia si ripeta perché non c’è mercato per chi vuole coordinare o studiare le catastrofi naturali al di fuori delle strutture specialistiche della protezione civile o di quelle pubbliche che non mi pare conferiscano incarichi a tecnici esterni.
    La valutazione dei macrorischi per le imprese private è già oggetto di specializzazioni post laurea da parte degli RSPP. Ottimistica la previsione di un impiego del 90% dei laureati entro tre anni dalla laurea nel settore della valutazione di rischi.
    Mi pare una politica che disperda risorse in rivoli non sinergici, ma evidentemente la mai è una analisi necessariamente superficiale perché non tiene conto di fattori che non conosco.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*