Valtopina, famiglie in difficoltà, bando per l’erogazione di buoni spesa

 
Chiama o scrivi in redazione


Valtopina, famiglie in difficoltà, bando per l’erogazione di buoni spesa. Avviso sul sito del Comune, domande entro il 29 ottobre

Valtopina, famiglie in difficoltà, bando per l’erogazione di buoni spesa

È stato pubblicato il nuovo bando per assegnazione di buoni spesa a sostegno di famiglie in difficoltà economica, a causa degli effetti legati dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. L’avviso è rivolto a nuclei familiari residenti nel Comune di Valtopina, che si trovano in uno stato di disagio socioeconomico a causa della pandemia e sono temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita.


Fonte Ufficio Stampa
Comune di Valtopina


Per ottenere il beneficio occorre fare richiesta al Comune, compilando l’apposito modello pubblicato sul sito dell’ente. Le domande possono essere presentate entro e non oltre il 29 ottobre 2021, consegnandole a mano all’Ufficio Protocollo o trasmesse tramite Pec al seguente indirizzo: comune.valtopina@postacert.umbria.it.

Le istanze ammissibili verranno valutate dall’Ufficio Servizi Sociali, sulla base dei principi definiti dall’OCDPC n. 658 del 29/03/2020 e del decreto legge 154/2020 che ha anche fissato l’entità dei fondi disponibili, dando priorità ai nuclei familiari più esposti ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 e a quelli non già assegnatari di altre forme di sostegno pubblico.

I buoni spesa, destinati all’acquisto di beni alimentari e di prima necessità, saranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili e utilizzabili fino al 31 marzo 2022, presso le attività commerciali di Valtopina aderenti all’iniziativa, il cui elenco sarà disponibile nel portale del Comune.

Questa misura – sottolinea il sindaco, Lodovico Baldini – rappresenta un  ulteriore segnale di vicinanza verso alcune fasce particolarmente deboli della nostra comunità. Auspichiamo che i Comuni possano continuare a contare su aiuti statali, indispensabili in questo periodo di emergenza e di grave crisi economica e sociale per poter dare risposte sempre più adeguate ai bisogni dei cittadini, soprattutto dei più fragili.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*