L’Edera porta nelle scuole folignati interventi specialistici per bambini autistici

L’attività prende il via grazie ad una donazione dell’imprenditore Gabriel Anca

L’Edera porta nelle scuole folignati interventi specialistici bambini autistici

L’Edera porta nelle scuole folignati interventi specialistici per bambini autistici

Interventi specialistici nelle scuole dedicati ai bambini autistici: l’associazione e Centro ABA “L’Edera” di Foligno dà il via a nuovi percorsi rivolti agli istituti scolastici grazie ad una donazione del giovane imprenditore folignate Gabriel Anca titolare dell’azienda Debitoo.it


Fonte: Associazione culturale L’edera


Negli ultimi giorni dello scorso anno, infatti, l’imprenditore ha manifestato ai titolari la volontà di fare una donazione al Centro ABA di Via A. Da Sangallo dedicato a bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico. Nel giro di poco tempo è stato siglato un accordo che prevede che la somma messa a disposizione vada a sostegno delle attività del centro ABA. “Abbiamo così deciso – spiega la presidente de L’Edera, Erika Sampaolo – di usare quei soldi per finanziare interventi specialistici all’interno delle scuole. Già da qualche tempo abbiamo attivato collaborazioni con alcune scuole di Foligno che ci vedono, anche durante le ore scolastiche, al fianco degli insegnanti di sostegno dei ragazzini che vengono seguiti dagli specialisti del Centro. Questi interventi sono totalmente finanziati dalle famiglie, che comprendono sicuramente l’importanza di avere anche a scuola un sostegno specialistico per i loro figli. Pertanto abbiamo pensato di offrire ad alcune famiglie, selezionate in base alle necessità, questo servizio a scuola in maniera gratuita proprio grazie a questa donazione”.

L’intervento prevede, nello specifico, che il terapista che segue il bambino al Centro andrà a scuola a sostenete il lavoro dell’insegnante di sostegno, dando un contributo specialistico per la gestione del bambino e per affrontare al meglio le varie problematiche che possono emergere.

“In questo momento, abbiamo individuato tre bambini, delle scuole primarie di primo grado e infanzia, con i quali far partire questo progetto pilota. Per noi è molto significativo – precisa la presidente – dare vita a questa iniziativa, che prenderà il via a febbraio, in concomitanza con il secondo anniversario dell’apertura del Centro, che si è anche trasferito proprio in questo periodo, a poche decine di metri dalla vecchia sede in via Antonio da Sangallo per poter usufruire di spazi più ampi ed adeguati al sempre più elevato numero di bambini che accedono ai nostri servizi. Non possiamo che ringraziare Gabriel Anca per la sua sensibilità e per aver scelto l’operato del nostro Centro, garantendo che quanto donato andrà totalmente e realmente ad aiutare i bambini ed i ragazzi che il Centro ABA segue e sostiene da tempo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*