Centro sportivo italiano, due giornate per sostenere Pamela Angelelli e la sua famiglia

 
Chiama o scrivi in redazione


Centro sportivo italiano, due giornate per sostenere Pamela Angelelli e la sua famiglia
Pamela Angelelli e Nicola

Centro sportivo italiano, due giornate per sostenere Pamela Angelelli e la sua famiglia

© Protetto da Copyright DMCA

Le giornate del 31 Maggio e del 1 Giugno rappresentano per la città di Foligno un’occasione unica per sostenere la famiglia Angelelli ed in particolare mamma Pamela che sta lottando contro un avversario terribile come il cancro. Per le cure è in atto, in maniera del tutto spontanea, un’importante Crowdfunding che ha sensibilizzato gran parte della popolazione locale e non solo.

Per questo motivo, in spirito di solidarietà, richiediamo la vostra presenza, la collaborazione ed il supporto operativo dei vostri volontari, della vostra gente e di tutti gli associati per realizzare l’evento che si svolgerà presso gli impianti Sportivi di Via Marconi (PG) coadiuvato dal CSI Comitato di Foligno.

L’evento è caratterizzato da una “maratona” non-stop di Calcio a 5 che partirà dalle 21.00 di Venerdì 31 Maggio e terminerà alle 21.00 del giorno seguente, Sabato 1 Giugno.

Le squadre partecipanti saranno circa 48 (due formazioni da minimo cinque atleti ciascuna per ciascuna ora di gioco) che si daranno il cambio nell’arco delle 24 ore. Tutti gli incontri saranno preventivamente schedulati ed organizzati.

Il costo dell’adesione è di Euro 10 per ciascun partecipante che saranno interamente devoluti alla famiglia Angelelli che con grande soddisfazione ha condiviso alla grande l’iniziativa con il proprio benestare.

Sarà nostro dovere dare maggior visibilità possibile all’iniziativa e alla vostra collaborazione per la quale il Comitato CSI di Foligno metterà inoltre a disposizione tutti i propri direttori di gara di Calcio a 5 insieme all’Associazione Italiana Arbitri sezione di Foligno.

Nonostante la malattia e le chemio, Pamela mette al mondo il suo bimbo ed ora la sua sfida più grande, salvarsi e per farlo i costi sono esorbitanti (circa 500.000 Euro) per tentare la cura CAR-T in Israele.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*