Reso onore al milite folignate Romolo Lisei

Reso onore al milite folignate Romolo Lisei

Reso onore al milite folignate Romolo Lisei

Reso onore al milite folignate – E’ stato reso omaggio stamani al sacrario dei caduti al cimitero centrale di Foligno, al milite Romolo Lisei, proprio nell’anniversario degli ottanta anni dalla sua morte. Lisei era nato a Foligno il 2 gennaio del 1916 e morto a Gomel sul fronte russo il 14 aprile del 1943. I suoi resti sono stati rinvenuti lo scorso anno in una cassetta di “Onorcaduti” avvolta nella bandiera tricolore nel cimitero frazionale di Popola. Da stamani con una  cerimonia di tumulazione, i suoi resti sono stati deposti nel sacrario ai caduti del cimitero centrale di Santa Maria inn Campis, aggiungendo anche il suo nome alla stele.

Ha partecipato una rappresentanza militare.

Rendere omaggio a chi è caduto per la Patria, è non solo un dovere istituzionale ma un onore morale, e vuol dire mantenere vivo il Suo ricordo ed il Suo impegno, che lo hanno portato sino all’estremo sacrificio della vita per tenere fede ai valori che lo hanno sostenuto sino alla fine.
E proprio nell’anniversario degli ottanta anni dalla Sua morte, questa mattina abbiamo voluto rendere onore al milite folignate Romoli Lisei, nato a Foligno il 2 gennaio del 1916 e morto a Gomel sul fronte russo il 14 aprile del 1943.
I suoi resti sono stati rinvenuti lo scorso anno in una cassetta di Onorcaduti avvolta nella Bandiera Tricolore nel cimitero frazionale di Popola e questa mattina, con un’apposita Cerimonia di Tumulazione, lo abbiamo deposto nel Sacrario ai Caduti del Cimitero Centrale di Santa Maria In Campis, aggiungendo anche il Suo nome alla stele.
Ringrazio il Comando Militare Esercito Umbria che ha autorizzato la partecipazione di una rappresentanza militare, ed il Comandante del Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento dell’Esercito Generale di Brigata Vincenzo Spanò per la sempre preziosa collaborazione.
Un ringraziamento particolare anche al Servizio Cimiteri dell’Area Lavori Pubblici per la completa riqualificazione del complesso del Sacrario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*