🖨 Rassegna stampa 🖨 Teatro San Carlo pronto per l’inverno. Fine lavori prevista a novembre

 
Chiama o scrivi in redazione


Teatro San Carlo pronto per l’inverno. Fine lavori prevista a novembre

🖨 Rassegna stampa 🖨 Teatro San Carlo pronto per l’inverno. Fine lavori prevista a novembre

di Susanna Minelli

Ancora qualche mese di lavori e il teatro San Carlo finalmente avrà il suo nuovo volto. Il termine dei lavori è previsto per il mese di novembre e per quella data si spera che anche via Saffi, la via su cui si affaccia il teatro, torni ad essere percorribile sia per le auto che per i pedoni a quasi un anno dall’interdizione. Non sono mancati i disagi infatti in questi mesi per i cittadini e i residenti della zona. Per l’inverno il teatro San Carlo, dunque, riaprirà i battenti alla città di Foligno per ospitare spettacoli, concerti e molto altro ancora in una struttura rinnovata e rimessa a nuovo dopo i danni provocati dal sisma del 2016, che ne avevano di fatto causato la chiusura. Lavori resi possibili grazie ai fondi post sisma e ad un cofinanziamento della Diocesi di Foligno, proprietaria dello stabile, per un importo pari a 600 mila euro. “Gli interventi – spiega il progettista Michele Pelliccia – si sono sviluppati su vari livelli. Da un punto di vista strutturale si è operato sul consolidamento della volta, sul rifacimento della copertura, sul consolidamento delle murature lesionato e sul miglioramento della stabilità del torrino. Da un punto di vista estetico e funzionale si stanno apportando migliorie legate alla ripulitura della faccia e di tutti i paramenti murari esterni. Internamente si sta rimuovendo il controsoffitto, facendo rivedere la volta originaria risalente alla prima metà del Seicecento. A livello di impiantistica, inoltre, rifaremo il pavimento inserendo un pavimento radiante e una pompa di calore per il miglioramento energetico e la riduzione di consumi. Verranno migliorate anche la sicurezza funzionale della struttura e la sua versatilità e andremo a realizzare anche un nuovo blocco di regia, in fondo alla sala, che fino non c’era”. Il teatro San Carlo, così rinnovato, avrà una capienza di 224 posti e sarà dotato anche di impianti audio e luci standard che permetteranno ai futuri spettatori di fruire meglio degli spazi. Il San Carlo potrà ospitare non solo spettacoli teatrali ma anche concerti, conferenze e video proiezioni. In questo modo allargherà il suo bacino di utilizzo e potrà sfruttare maggiormente il golfo mistico, cioè il buco per l’orchestra posto tra la platea e il proscenio, che è una delle caratteristiche che lo contraddistingue. “L’obiettivo è quello di restituire alla città un luogo simbolo che ha rappresentato molto nel corso dei decenni per la vita sociale e culturale cittadina, sotto un profilo più moderno e all’avanguardia” conclude Pelliccia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*