Quintana Foligno, Metelli, si chiude una edizione memorabile

Quintana Foligno, Metelli, si chiude una edizione memorabile

Quintana Foligno, Metelli, si chiude una edizione memorabile “In soli 15 giorni 180mila visitatori, 60mila pasti, 100mila spettatori al Corteo e Campo de li Giochi esaurito per la Giostra”. Il Presidente dell’Ente, Domenico Metelli sottolinea i numeri strepitosi della 72° edizione della Giostra della Quintana all’inizio del tradizionale bilancio consuntivo della manifestazione appena conclusa. “Quella che va in archivio è una Quintana memorabile sotto ogni profilo.

Il successo del Banchetto barocco a Palazzo Trinci lo conferma perché, oltre ad offrire uno spettacolo unico, ha rafforzato il valore sociale e solidaristico della nostra manifestazione grazie alla partnership con la Fondazione Telethon e la BNL Gruppo PNB Paribas. Grande anche l’epilogo al Campo al Campo de li Giochi dove la Giostra è ogni anno sempre più spettacolare e avvincente. Quindici giorni, insomma, davvero intensi durante i quali i visitatori hanno potuto godere fino in fondo la magia del clima quintanaro. E questo grazie anche alla continua presenza delle forze dell’ordine che desidero ringraziare ancora.

Sabato sera, l’unico problema si è verificato durante il Corteo. I fuochi d’artificio organizzati dal Rione Cassero hanno impedito il regolare svolgimento della sfilata. Puntuali sono arrivate le scuse del Priore anche se la magistratura sta facendo il suo corso. L’edizione 2018 completa un quadriennio pieno di soddisfazioni. La Quintana ha ormai raggiunto un livello assoluto di qualità e, proprio in questi ultimi quattro anni, ha dimostrato di essere affidabile diventando uno dei biglietti da visita della promozione dell’Umbria.

Indimenticabile, infatti, la presenza della delegazione ad Expo 2015 grazie al lavoro dei Rioni che hanno realizzato uno straordinario Banchetto, poi hanno entusiasmato le migliaia di visitatori della grande kermesse mondiale dedicata al cibo percorrendo il Decumano tra interminabili applausi.

Ci sembrava di aver raggiunto il massimo. Invece, la Quintana ha ricevuto la consacrazione internazionale proprio lo scorso anno in occasione della partecipazione alla Parata del Columbus Day a New York. Possiamo dire senza tema di smentita che la Quintana promuove nel mondo non solo la città, ma l’Umbria e l’Italia. Una promozione continua che si è concretizzata anche con l’intesa con Trenitalia e con una capillare comunicazione sui maggiori quotidiani italiani.

La Quintana poi, a giugno, è ritornata su Rai 3 nazionale con un bellissimo racconto che ha tenuto davanti ai teleschermi oltre 400mila spettatori. La nostra attività di promozione ha sfruttato al meglio anche l’enogastronomia grazie all’azione sinergica con il Gal Valle Umbra e Sibillini del presidente Giampiero Fusaro in occasione del Gareggiare dei Convivi. Lo scorso anno sono arrivati in città tanti giornalisti specializzati che poi hanno raccontato la magnifica esperienza del Convivio e le bellezze architettoniche di Foligno. Proprio grazie alla Quintana, infatti, la città ha fatto registrare un vertiginoso aumento delle presenze turistiche.

L’azione comune con l’Amministrazione ha prodotto risultati eccellenti e per questo non finirò mai di ringraziare Nando Mismetti, senza dubbio il sindaco più quintanaro nella storia della città, per il suo sostegno in ogni momento. Grazie a S.E. Monsignor Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno, anche il rapporto con la Curia ha portato i suoi frutti, uno dei quali è il progetto che regalerà ad ogni Rione un oratorio.

Un progetto che nasce da un importante momento come quello degli Stati Generali e, in proposito, non è passata inosservata la mancata organizzazione della tradizionale cena organizzata da Banca Intesa e Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, un altro momento importante tra gli eventi del periodo quintanaro. Quindi Ente, Comune e Diocesi con grande impegno hanno arricchito la nostra Foligno. Sono tanti, dunque, gli obiettivi importantissimi che abbiamo raggiunto in questi anni. Ma questo non sarebbe stato possibile senza la passione ed il duro lavoro dei Magistrati, degli Illustrissimi Priori e, soprattutto, senza il cuore e la travolgente azione del Popolo della Quintana. Grazie a tutti e viva la Quintana”.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*