Elezioni 2019, CasaPound, Cristiano Giustozzi è candidato a sindaco di Foligno

Smantellamento campo rom, CasaPound, ci vuole inclusione sociale

Elezioni 2019, CasaPound, Cristiano Giustozzi è candidato a sindaco di Foligno

«Prendiamo la palla al balzo e io sono stato ben contento di collaborare con loro in questi pochi giorni». E’ quanto ha dichiarato l’architetto Cristiano Giustozzi, candidato a sindaco di Foligno alle elezioni amministrative del 2019 per CasaPound.

«Abbiamo fatto un programma di lavoro per riuscire a capire quali sono i bisogni dei nostri cittadini. Questo programma lo facciamo lunedì, mercoledì e venerdì dalle 6 del mattino alle 8, quindi due ore in questi tre giorni nei quali buttiamo giù un canovaccio da presentare alla popolazione perché un architetto, quando parte per fare un progetto, parte da un foglio bianco, quindi il foglio bianco che noi mettiamo a disposizione di tutta la popolazione e la mia professionalità unità ai vostri bisogni cioè – ha concluso – cerchiamo di fare in modo che la città risolva i suoi problemi partendo da zero».

La sala stracolma del ristorante ha accolto con applausi il candidato Cristiano Giustozzi e il Segretario Nazionale di CasaPound Italia, Simone Di Stefano, giunto a Foligno per l’occasione.

Di Stefano a margine a dichiarato: «Continuiamo a crescere, continuiamo a ottenere risultati soprattutto sui territori, piuttosto che nelle competizioni più grandi, perché la gente ci conosce direttamente, quindi si può scavalcare quel filtro che viene costruito dai media tradizionali che parlano di CasaPound solo come un gruppo di pazzi criminali. In realtà i risultati in Umbria ci sono stati, abbiamo consiglieri comunali e abbiamo preso ottimi voti. Noi parliamo di progetti, di programmi, ci piace parlare di realizzazione se il centrodestra vuole dialogare con noi, noi siamo sempre aperti al dialogo con chiunque. Il centrodestra non esiste più, anche a livello nazionale, in Parlamento non esiste».

CasaPound è tra la gente in mezzo alla gente: «La nostra attitudine è quella di stare con la gente, in mezzo alla strada a prescindere poi dalla politica elettorale. Purtroppo io penso che oggi si possano riscontrare una serie di mancate promesse da parte anche di questo governo. Ben diverso è creare lavoro, abbassare le tasse e fare gli investimenti pubblici. Questo non si fa chinando la testa a Bruxelles e portando il deficit dello Stato al 2%. Bisogna fare molto di più, bisogna fare la guerra promessa a Bruxelles per riuscire a mettere nell’economia quelle risorse necessarie e questo vuol che fra poco la gente si scontrerà sul fatto che la flatax per tutti non ci sarà, che il reddito cittadinanza sarà una buffonata e quindi a breve penso ci sarà molto scontento anche nei confronti della compagine di governo».

Foligno, Perugia e Regione dell’Umbria tutto vicino: «L’Umbria merita delle risposte diverse rispetto a quelle che ha vissuto in questi anni. I problemi – ha concluso Di Stefano – sono grandi e credo che la gente si sia stufata anche di un certo sistema di consociativismo, di voto espresso soltanto perché il cugino o il parente ha trovato il posto di lavoro. C’è voglia di grande cambiamento e noi siamo qui per rappresentare un’alternativa politica».

“Vedere la sala piena di persone giunte per assistere alla nostra presentazione del candidato e sentire il loro calore ci dà una grande spinta e ci sprona a fare sempre di più. – dichiara Saverio Andreani, Responsabile di CasaPound Foligno – Per la prima volta ci candidiamo alle amministrative nel folignate e sappiamo di poter far bene”.

“Vogliamo entrare in comune perché Foligno ha bisogno di qualcuno che sappia pensare ai propri cittadini e che ami la città. – conclude Andreani – C’è bisogno di portare una nuova esperienza politica in comune, di svecchiare quella che è la politica esausta dei soliti noti, è per questo che presentiamo una lista molto giovane e mettiamo in cima a questa lista un personaggio amato e stimato in tutta la città come Cristiano Giustozzi”.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*