Buco bilancio, SiAmo Montefalco: “Irresponsabili fino all’ultimo, adesso basta”

 
Chiama o scrivi in redazione


Risolto grazie a opposizione pagamento contributi alla scuola

Buco bilancio, SiAmo Montefalco: “Irresponsabili fino all’ultimo, adesso basta”

 “La maggioranza a trazione leghista che da 10 anni governa il Comune di Montefalco evidentemente non paga di aver causato con la propria cattiva amministrazione una devastante crisi finanziaria del comune, sulla quale tra l’altro da mesi sta indagando la procura regionale della corte dei conti,caratterizzata da :

1- Un  disavanzo formalmente accertato al 31 dicembre 2019 di oltre 4 milioni e 200 mila euro ( un buco più grande del bilancio stesso !!!) che rappresenta nella regione umbria un record mai raggiunto in precedenza;
2- Dall’impossibilità addirittura di approvare il bilancio di revisione del 2020, cosa che ha determinato la nomina di un  commissario ad acta da parte del prefetto , il quale anche esso si è dovuto arrendere alla drammatica dimensione degli squilibri del bilancio, rimettendo il suo incarico lo scorso 22 dicembre attestando l’impossibilità di adempiervi;
3- Dalla necessità / obbligo di provvedere alla dichiarazione di dissesto finanziario dell’ente con tutte le sue pesanti conseguenze vista la diffida avanzata dal prefetto ed a cui si deve riscontrare pena lo scioglimento del consiglio entro il prossimo 8 febbraio;
invece che provvedere ad approvare entro i termini della diffida prefettizia la dichiarazione di dissesto finanziario dell’ente per evitare almeno lo scioglimento del consiglio comunale e dare avvio al percorso di risanamento finanziario dell’ente nel rispetto della legge e nell’interesse dei cittadini che stanno già pagando il peso del disastro prodotto in termini sia di maggiori tasse sia di taglio di tutti i servizi possibili, provano in queste ore, di approvare una ipotesi di sedicente piano di risanamento ex art.243 bis del TUEL , in contrasto con le previsioni di legge,cosa che produrrebbe come unico effetto quello di aggravare se possibile, la situazione finanziaria dell’ente, determinare lo scioglimento del consiglio comunale e conseguentemente demandare ad un commissario prefettizio la dichiarazione di dissesto e la predisposizione del relativo piano”.
© Protetto da Copyright DMCA

Così, in una nota, il gruppo consiliare SiAmo Montefalco, che aggiunge: “Irresponsabili fino all’ultimo. Il gruppo SiAmo Montefalco che ha il merito sia di aver sollevato il velo di menzogne che per anni ha oscurato e nascosto la devastazione amministrativa e finanziaria del comune di Montefalco, sia di aver indicato per tempo la strada migliore da seguire per venire fuori, nella legalità e nell’interesse dei cittadini, dalla crisi prodotta da 10 anni di amministrazione Tesei-Titta, contrasterà in ogni modo questa ulteriore manifestazione di incapacità , irresponsabilità ed opacità , denunciandone l’illegittimità, l’inopportunità e l’impraticabilità in ogni sede e mettendo in condizione il consiglio comunale entro il giorno 8 febbraio di pronunciarsi in conformità alla diffida prefettizia al fine di tutelare fino in fondo la cittadinanza oltre che la legittimità dell’azione amministrativa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*