Roghi tossici nei pressi del campo rom, Casapound, basta l’ordinanza, ci vogliono i fatti

Roghi tossici nei pressi del campo rom, Casapound, basta l’ordinanza, ci vogliono i fatti

Roghi tossici nei pressi del campo rom, Casapound, basta l’ordinanza, ci vogliono i fatti Nel pomeriggio di Domenica, a Sant’ Eraclio, precisamente nella zona di via Londra dove si trova il campo rom, si è innalzata una colonna di fumo nero dovuta alla combustione di materiali tossici. L’aria diventata irrespirabile ha suscitato l’ira di molti residenti della frazione folignate.

“Non è la prima volta che i residenti della zona si lamentano dell’irrespirabilità dell’ aria, dovuta ai roghi tossici – afferma Saverio Andreani responsabile della sede folignate di Casapound Italia”. “Il 20 marzo scorso il consiglio comunale ha approvato all’unanimità lo smantellamento del campo rom di via Londra – continua Andreani – dove sono stati costruiti fabbricati abusivi in un area destinata solamente ad uso agricolo. Ma ad oggi ancora non sono iniziati i lavori di rimozione seppur siano passati 6 mesi”.
“Casapound con i suoi militanti segue da anni la situazione venutasi a creare nella zona di Sant’Eraclio – conclude Andreani – e vista l’ immobilità della giunta, continueremo a seguire la vicenda, tornando, se necessario, anche in consiglio comunale a chiedere spiegazioni, come già successo in passato, fino a quando il campo rom non verrà smantellato”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
28 − 16 =