Rione La Mora, sarà Emanuele Filippucci a ricoprire il ruolo di Supervisore Tecnico

Sarà Emanuele Filippucci, ex cavaliere e profondo conoscitore dei meccanismi di Giostra, a ricoprire il ruolo di Supervisore Tecnico all’interno della commissione guidata da Massimo Montanari. “Tornare in questo Rione per me significa molto”, ha detto Filippucci.

“Nonostante l’alto livello di competitività raggiunto ai tempi di Pisy’s Love, non abbiamo raccolto i frutti meritati. Ora lavoreremo, con umiltà e cervello, per riprenderci nel tempo quello che la sorte ci ha negato”.

Emanuele, universalmente riconosciuto come uno tra i migliori preparatori di cavalli disponibili su piazza, ha già tracciato le linee guida del lavoro.”

Inutile nascondersi:oggi la Giostra è essenzialmente un gioco a tre. Se vogliamo raggiungere i livelli di competitività che il Rione merita, occorrerà prendere esempio dai metodi di lavoro di questi “mostri sacri” e impostare una programmazione rigida, lavorando in maniera ossessiva sui particolari.

Scelti il cavaliere e individuati gli animali da preparare, monitoreremo costantemente i loro progressi ,per aiutarli ad affrontare al meglio le insidie dell’otto”.

Il Consiglio intero tiene a precisare che Emanuele si è messo a disposizione del Rione in maniera assolutamente gratuita: a guidarlo in questa nuova, impegnativa avventura è solo la smisurata passione per la Quintana e l’affetto che lo lega ai nostri colori.

Con il suo ingresso, il Rione inaugura ufficialmente il nuovo corso del progetto tecnico, basato su un piano di crescita realistico e misurabile, che sarà presentato a tutti in occasione della prossima Assemblea dei Soci.

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
24 ⁄ 8 =