Prosa, “Pinocchio” allo spazio Zut

 
Chiama o scrivi in redazione


Progetto Share, incontro il 3 aprile allo Zut di Foligno
ZUT FOLIGNO

Prosa, “Pinocchio” allo spazio Zut
L’intento dello spettacolo è ritrovare quella forza originale del testo che nel tempo si è perduta, quell’atmosfera un po’ polverosa e usurata, ma anche cruda e ironica

Si terrà domenica 28 febbraio alle 18,15, allo spazio Zut, a Foligno lo spettacolo “Pinocchio” nell’ambito della stagione di prosa (fuori abbonamento). E’ interpretato da Gianluca Gabriele, Giulia Viana, Enrica Zampetti. Le scene, le luci, i costumi e le maschere sono di Francesco Givone, le musiche originali di Stefano Ciardi.

La regia è di Laura Gramegna. E’ una produzione Zaches Teatro in collaborazione con  Fondazione Sipario, Toscana onlus – La Città del Teatro, Regione Toscana, Kilowatt Festival e I Macelli di Certaldo.

Ci troviamo in un Teatro di Marionette dismesso, in un luogo dal sapore incantato, a raccontare una storia che vede come protagonista proprio un burattino, creato di proposito per calcare le scene.

A ben vedere, però, c’è un curioso ribaltamento in atto: anziché essere i pupazzi a rappresentare gli esseri viventi sono invece gli esseri umani, gli attori, a rappresentare dei burattini. In questa frontiera tra sogno e realtà, c’è la figura enigmatica della Fata-bambola turchina, che si anima, con movimenti plastici e un fare straniato, per raccontare le peripezie di Pinocchio.

E’ lei la narratrice-manipolatrice della storia che, usando costantemente trucchi teatrali, guida Pinocchio nelle sue avventure – disavventure iniziatiche.

L’intento dello spettacolo è ritrovare quella forza originale del testo che nel tempo si è perduta, quell’atmosfera un po’ polverosa e usurata, ma anche cruda e ironica.

Prosa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*