Prosa, “Io sono non amore” su Angela da Foligno

Prosa, “Io sono non amore” su Angela da Foligno Il 4 gennaio al teatro San Carlo Spettacolo curato dalla “Società dello Spettacolo”

Prosa, “Io sono non amore” su Angela da Foligno
Il 4 gennaio al teatro San Carlo Spettacolo curato dalla “Società dello Spettacolo”

Sarà messo in scena a Foligno lunedì 4 gennaio (Teatro San Carlo, ore 21), proprio il giorno di Santa Angela, lo spettacolo “Io sono non amore” (testo di Michelangelo, regia di c.l.Grugher) dedicato alla mistica folignate. Si tratta di un progetto artistico curato dalla “Società dello Spettacolo” che si è avvalsa della collaborazione di Comune di Foligno, frati minori conventuali dell’Umbria, diocesi di Foligno e Cenacolo Santa Angela da Foligno.

La mistica sarà rappresentata da tre donne (Caroline Baglioni, Emanuela Faraglia e Flavia Gramaccioni) per descrivere il percorso della sua esperienza, per esprimere al meglio il suo travaglio spirituale. “E’ importante che questo spettacolo sia un progetto della città dato che ha coinvolto diversi soggetti per la sua realizzazione”, ha detto Rita Barbetti, vicesindaco con delega alla cultura. Il vescovo di Foligno, Gualtiero Sigismondi, ha sottolineato che “mi sono molto incuriosito per il fatto che molti giovani si interessassero alla figura di Angela con l’obiettivo di darne un’interpretazione autentica, non scontata”.

Foligno

Padre Felice Autieri, direttore del Cenacolo Santa Angela, ha messo in evidenza che “trasportare in scena la figura di Angela non è semplice perché è una donna di grande personalità. Questo spettacolo potrà far conoscere Angela anche al di fuori dell’ambito ecclesiastico”. Michelangelo Bellani della “Società dello Spettacolo” ha parlato della “sfida più ardita che abbiamo fatto, di complessità notevole. Non abbiamo voluto una spettacolarizzazione di Angela ma ci interessava aprire un dialogo con una donna del Medio Evo, restituire la forza di una donna contemporanea”. Lo spettacolo, fuori abbonamento, è inserito nella stagione di prosa promossa da Comune di Foligno e Teatro Stabile dell’Umbria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*