Natalie Mostarda mi candido a Foligno, chi sono e perché la Lega

La società è una grande famiglia che va ascoltata nella sua complessa generalità

Natalie Mostarda mi candido a Foligno, chi sono e perché la Lega

Natalie Mostarda mi candido a Foligno, chi sono e perché la Lega

Natalie Mostarda, 32 anni, nata in Terni, mamma francese papà ternano.Trascorro l’infanzia e l’adolescenza tra l’Umbria e la Francia, cullandosempre con mequel senso di mancanza ogni qualvolta mi allontanavo da una terra piuttosto che l’altra. Laureata in Scienze Politiche presso La Sapienza di Roma, laureanda in Giurisprudenza con tesi in Diritto Penale “il Nuovo Volto della Legittima Difesa”. Precedentemente tirocinante presso l’Ambasciata di Grecia in Roma.Partecipazione al Salone della Giustizia.

Trascorro le mie giornate in famiglia, con il mio amato Bouledogue Francese, Ettore, oltre alla politica e alla pratica forense amo leggere, fare sport e andare a teatro. Ho sempre amato fare politica, motivo di scelta della mia prima laurea,  mi appassiona metter a disposizione la mia cultura e il mio tempo per risolvere e migliorare la situazione della collettività cui si è chiamati ad amministrare, qualora eletti. La società è una grande famiglia che va ascoltata nella sua complessa generalità e specificità, occorre riscoprire il valore del “noi” da anteporre a quell’”io” che troppo spesso porta al clientelismo opprimente.

Natalie Mostarda mi candido a Foligno, chi sono e perché la LegaPerché la Lega? Parto sempre dal mio percorso di studio, tesi in diritto penale su “il nuovo volto della legittima difesa”, questo a validità di quanto io sia affine ai principi del partito.Scelgo Lega perché è un ‘aggregazione politica che difende la sovranità nazionale e le autonomie locali, i nostri confini, la nostra economia e il nostro lavoro dalla concorrenza sleale portata dall’irrefrenabile Globalizzazione, e perché vedo nella figura di Matteo Salvini un uomo forte, carismatico e pragmatico.

Folignate d’acquisizione, da sempre interessata ai temi della sicurezza, promozione e sviluppo del territorio, animando i dibattiti politici della Belfiore.Il mio impegno con i cittadini è una politica di ascolto, metodologia trasmessa dal nostro eccellente pilota, l’Avv. Stefano Zuccarini, il sindaco che ha un percorso politico, ma che è il sindaco di tutti, si, perche per me lui ha già vinto.Ha vinto nella vita con la sua immensa forza e tenacia, ha vinto con noi tutti perché è riuscito a trasmetterci la sua passione di etica politica, i cittadini lo ammirano e lo stimano come tutta la sua squadra.

I miei progetti per Foligno riguardano molteplici aspetti, la sicurezza in primis, il ripristino del decoro ambientale, un sano governo del territorio che stimola e accresce il turismo la cultura e gli eventi, “Foligno è il nostro giardino, e le frazioni sono le sue aiuole”, migliorare i temi della sanità e della salute, ottenere sostegni per le fasce più deboli,troppo spesso discriminate e umiliate, creare una fitta rete occupazionale cosi da garantire lavoro a tanti giovani, che come me credono in un futuro migliore regalandogli quelle aspettative che albergano in loro.

Ai miei cittadini delle frazioni, garantisco tutto il mio impegno e mi batterò affinché ciò avvenga nell’eliminare quell’enorme senso di vuoto e abbandono che sentono, che gli è stato inflitto da un’amministrazione troppo spesso assente. Rimodulare il sistema di vita dei paesi, dalla pulizia delle strade, al miglioramento della viabilità, collegamenti con il centro, far rinascere quei circoletti di paese e quei campi sportivi, oratori in cui si respirava quella sana mescolanza tra bambini, anziani e genitori, supportare le comunità circostanti Foligno in tutte le loro necessità.Con la mia caparbietà e entusiasmo sono pronta a mettermi a disposizione della cittadinanza per contribuire al rinnovamento da ormai troppo tempo atteso, lasciando da parte quei personalismi immobilizzanti che hanno caratterizzato la città fino ad oggi.

Io ci credo, aiutatemi a realizzare questo sogno, insieme si può. Grazie

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*