Mille immigrati a Trevi, Sindaco Sperandio: “Voce infondata”

 
Chiama o scrivi in redazione


CasaPound, 70 immigrati
immigrati

Mille immigrati a Trevi, Sindaco Sperandio: “Voce infondata”

© Protetto da Copyright DMCA

Sperandio: voce infondata, ma l’accoglienza è una questione di umanità, se necessario, Trevi farà la sua parte. La notizia circola in città da un paio di settimane, e in tanti hanno chiamato il Primo cittadino per avere una  conferma, ma dall’altro capo del telefono hanno trovato una smentita. “La  voce sull’arrivo di mille immigrati in città, ha spiegato il Sindaco Bernardino Sperandio in una nota, è assolutamente falsa, si parla di circa 1.500 in tutta la Regione, chiosa! Ad oggi nei vari tavoli della Prefettura cui abbiamo partecipato con la Regione Umbria e l’Anci, nessuna richiesta di accoglienza è stata avanzata al nostro Comune; tuttavia qualora si verificasse questa eventualità, Trevi farà la sua parte nei modi e nei limiti stabiliti nei vari incontri, è una questione di umanità e di civilità.

Condividiamo in pieno  il concetto dell’accoglienza diffusa con un massimo di 15/20 persone per un comune sotto i 15 mila abitanti come il nostro, e il modello di solidarietà realizzato nella nostra Regione frutto di una forte ed efficace sinergia tra Governo,prefetture, Regione, Anci, Comuni, Asl, terzo settore.”

Trevi ha già affrontato questo argomento anche di recente nel corso di una partecipata conferenza sul tema della migrazione tenuta dal Ministro plenipotenziario Giancarlo Izzo e nella sperimentazione  di un processo di integrazione di alcuni rifugiati politici, impiegati in lavori socialmente utili in città.

“Siamo colpiti dall’enormita’ dell’attuale migrazione, commenta l’assessore alle politiche sociali Roberto Venturini, che non e’ soltanto migrazione economica, ma e’ la fuga da paesi in guerra o sconvolti da conflitti,  in un  momento storico così drammatico per tanti popoli, se c’è bisogno di accogliere non possiamo che offrire la nostra collaborazione, compatibilmente con le capacità organizzative e di gestione che possiamo garantire.

Mille immigrati a Trevi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*