Lega: “A Foligno applicheremo il Decreto Sicurezza di Salvini”

Nello staccare la spina, ha spiazzato tutti, chi? Matteo Salvini
Matteo Salvini qui con il sindaco di Foligno, Zuccarini

Lega: “A Foligno applicheremo il Decreto Sicurezza di Salvini”

Lega Foligno: In Umbria calano i reati del 10,9% e calano gli stranieri presenti nei centri di accoglienza del 32,17%: questi i dati che arrivano dal Viminale e che confermano sia l’ottimo lavoro del Ministro dell’interno Matteo Salvini, sia l’effettiva efficacia del decreto sicurezza. Uno strumento che in Italia tanti sindaci di sinistra mossi da cecità politica hanno criticato e che invece dopo pochi mesi sta già producendo i primi risultati.

Il tema della sicurezza è uno dei punti cardine del nostro programma elettorale elaborato con le forze di centrodestra e civiche a sostegno di Stefano Zuccarini sindaco di Foligno. Una volta al governo della città applicheremo senza indugio le direttive contenute nel decreto sicurezza di Salvini che ci consentiranno di disporre di strumenti ancora più incisivi per combattere spaccio e criminalità.

Non a caso nel nostro programma elettorale la sicurezza è al primo punto. Siamo per la tolleranza zero verso ogni forma di criminalità e illegalità che hanno portato ad una microcrimilità oggi generatore di un diffuso allarme sociale.

Nella “Foligno che vogliamo” le persone devono sentirsi sicure nella propria quotidianità e nella propria casa in ogni quartiere e frazione. Pensiamo all’istituzione di una delega alla sicurezza che garantisca il coordinamento delle varie forze di polizia, con i tavoli regionali, con il Prefetto e il Sindaco e applicando senza riserva le risorse e potenzialità del Decreto Sicurezza. Vogliamo implementare i sistemi di videosorveglianza con centrale operativa di monitoraggio collegata ad una pattuglia operativa in strada h24 oltre a provvedere alla mappatura e aggiornamento delle telecamere private operative su tutto il territorio comunale per poterne visionare i contenuti nell’immediatezza di un fatto.

Necessaria la modifica e riorganizzazione del lavoro degli agenti di polizia locale prevedendo assunzione di nuovo organico e formazione del personale ai compiti di controllo del territorio. Poi ancora: contrasto all’abusivismo e alla contraffazione, incremento dell’illuminazione pubblica ad alta efficienza e risanamento del decoro urbano in tutti i quartieri e le frazioni della città.

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
26 − 12 =