Incendio al campo rom di Sant’Eraclio, fiamme su due roulotte, Carabinieri, no dolo

Un 40enne albanese, deve scontare pena, arresto dei carabinieri

di Morena Zingales e Marcello Migliosi
Incendio al campo rom di Sant’Eraclio, due roulotte in fiamme, tutti salvi
«E’ esclusa la natura dolosa dell’evento». E’ quanto ha dichiarato Angelo Zizzi, comandante della Compagnia di Foligno, in merito all’incendio scoppiato questa notte nel campo nomadi di Via Londra a Sant’Eraclio di Foligno. L’allarme è scattato alle tre e a prendere fuoco due roulotte.

«L’incendio – fa sapere Angelo Zizzi – è cominciato all’interno di una delle due roulotte e poi le fiamme si sono estese a quella adiacente. Non sono state trovate tracce che possa far pensare a un’evento di natura dolosa. Il proprietario delle due roulotte – ha detto il comandante –  ha dichiarato che all’interno del mezzo c’era uno scaldino acceso. Molto probabilmente – conclude l’alto graduato – è stato un corto circuito dell’apparecchio a generare il tutto».

Nessuna persona è rimasta ferita. Tutti gli occupanti si sono resi conto di quanto stava accadendo e sono usciti fuori a dare l’allarme, prima che le fiamme si propagassero altrove. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Foligno. Insieme a loro quelli provenienti dalla centrale di Perugia Madonna Alta con l’autobotte, oltre ai carabinieri. I vigili del fuoco – fa sapere la sala operativa di Perugia – hanno dovuto lavorare almeno un’ora per domare le fiamme, ma per mettere in sicurezza tutta la zona è stato necessario molto di più.

Non è stato necessario l’intervento del 118, perché come detto, nessuna persona è rimasta ferita, solo danni ai mezzi che sono andati parzialmente distrutti. Voci in città questa mattina lasciano intendere che si sia trattato di un evento doloso. Il comandante dei carabinieri tiene nuovamente a precisare che non ci sono elementi che possano far ipotizzare questo.

Noi abbiamo sentito anche i vigili del fuoco. Questa la loro versione: «E’ andato a fuoco un grosso container in lamiera, ad uno abitativo ma usato come deposito, dove all’interno c’era un po’ di tutto, da pentole, a coperte e lenzuola, alcune bombole di gpl e stufette elettriche. Il mezzo si trovava in un’area in cui il comune ha dato lo sgombero. Non sono andate a fuoco le due roulotte».



Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
5 + 7 =