Il Comune di Montefalco mette in vendita beni pubblici per un valore di oltre 1 milione e 200 mila euro

Il Comune di Montefalco mette in vendita beni pubblici per un valore di oltre 1 milione e 200 mila euro

da Vincenzo Riommi, Roberto Micanti, Daniele Morici e Monia Scarponi (Gruppo SìAmo Montefalco)
Il 29 ottobre 2019 l’amministrazione comunale di Montefalco ha pubblicato il bando di vendita di alcuni beni di proprietà comunale, per un valore complessivo di € 1.202.415,00. Tra i beni messi in vendita figurano edifici già destinati a uso scolastico (ex scuole di Turrita, San Luca e Fratta), l’ex autoparco comunale sito in località Pietrauta e alcuni terreni edificabili.

“L’iniziativa serve per fare cassa e tentare di risanare i conti del Comune” osservano i Consiglieri di minoranza del Gruppo SìAmo Montefalco “Il problema è che a pagare sono sempre i cittadini. Non bastavano gli aumenti delle tasse e i tagli drastici dei servizi che ci sono stati. Ora i montefalchesi perderanno anche dei pezzi di proprietà pubblica che fino a poco tempo fa erano a servizio di tutti.

Temiamo che i ricavi di queste vendite saranno immediatamente inghiottiti dalla voragine di debiti e disavanzi che gravano sul bilancio dell’ente. Se è in questo modo che l’amministrazione vuole risanare i conti del Comune, sappia che la minoranza non è d’accordo: cosa ricaveranno i montefalchesi da queste vendite? Noi ci batteremo affinché le frazioni e la cittadinanza tutta ricevano in cambio nuovi servizi e infrastrutture, come aree verdi, percorsi pedonali, adeguamento della segnaletica stradale e opere per la messa in sicurezza della viabilità, che presenta numerosi punti critici”.

Da lungo tempo ci battiamo per fare chiarezza e individuare in modo preciso le responsabilità che hanno portato il Comune sull’orlo del dissesto. Siamo stati ingiustamente accusati che quanto da noi denunciato fosse soltanto materia di “campagna elettorale”. Purtroppo, la verità è diversa. Continueremo, come abbiamo sempre fatto, a mettere il nostro impegno a servizio della cittadinanza, affinché le scelte amministrative avvengano secondo giustizia e nel rispetto della trasparenza pubblica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
13 − 7 =