Giuliano Bordoni (PD Trevi), su dimissioni assessore Tribolati

Giuliano Bordoni (PD Trevi), su dimissioni assessore Tribolati
Il Pd si è impegnato con la coalizione a ricucire lo strappo

“Le dimissioni presentate con atto personale e non motivato da un componente della maggioranza – afferma il segretario del Partito Democratico di Trevi Giuliano Bordoni – non sono mai un fatto positivo, dimissioni di cui siamo molto dispiaciuti e che ci colgono di sorpresa.

Il Pd si è impegnato con la coalizione a ricucire lo strappo: il chiarimento tra i due assessori circa le questioni tecnico amministrative oggetto della discussione è stato rapidamente risolto dagli uffici preposti, mentre rimane difficile sorvolare in merito alle gravissime esternazioni dell’assessore dimissionario, che minano quel rapporto di fiducia e di lealtà politica su cui deve fondarsi l’operato di una maggioranza di governo.

Desta qualche perlessità – prosegue Bordoni – il fatto che il Partito Socialista di Trevi, anziché prendere le distanze, esprima sostegno a chi ritiene necessario fondare un movimento per “… liberare la città da quelle forze politiche che l’hanno governata fino ad ora…”, tra le quali, ricordiamo, vi è lo stesso Partito Socialista che lo ha candidato alle elezioni comunali sia nel 2011 che nel 2013.

Tuttavia intendiamo mantenere inalterata la collaborazione e il dialogo con il PSI, una forza politica che, per anni, ha contribuito al governo della città; pur riconoscendo l’importante apporto dato dall’assessore socialista in seno all’esecutivo, rimane complicato percorrere la via della sua rinomina, anche in considerazione della vigente legge del Rio, (per cui nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%).

Esprimiamo la nostra fiducia al Sindaco e alla maggioranza di governo – conclude Bordoni – sollecitando un rapido superamento della vicenda e l’immediata ripresa dell’attività amministrativa nel solo ed esclusivo interesse della città.”

Giuliano Bordoni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*