Foligno calcio batte Clitunno fuori casa per cinque a zero

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio, serie D, finisce a reti bianche Ponsacco-Foligno

Foligno calcio batte Clitunno fuori casa per cinque a zero

FOLIGNO CALCIO A.S.D. comunica che in data odierna, domenica 24 settembre 2017, si è disputata la terza gara del campionato di Promozione regionale girone B. La gara Clitunno-Foligno, svolta allo stadio “Conte Rovero” di Campello sul Clitunno (PG) è terminata 5-0 in favore del Foligno.

La vendetta per la sconfitta in Coppa è servita: il Foligno travolge la Clitunno al “Conte Rovero” per 5-0 e rimane in testa alla classifica del campionato di Promozione girone B dopo tre giornate, a punteggio pieno a braccetto con il sorprendente Viole.

Un match che non è stato semplice come suggerisce il risultato, ma va dato il merito ai Falchi di aver saputo sfruttare al meglio gli episodi. I primi 20-25’ di gioco vedono i bianco-azzurri un po’ in difficoltà dal punto di vista tattico, con parecchi lanci lunghi sbagliati e qualche sbavatura di troppo in difesa.

Arrivano due belle occasioni (Agostini al 10’ e Cavitolo al 17’, entrambi ben serviti da Gjinaj, non trovano la porta) ma anche qualche rischio, con la Clitunno che sa approfittare delle palle perse dagli uomini di Armillei in fase di impostazione da dietro e avviare alcune insidiose azioni di attacco, che il Foligno spesso deve interrompere fallosamente. Proprio dalle punizioni nascono i pericoli maggiori: al 14’, su cross da fermo di Cavadenti dal lato corto dell’area di rigore, Campana si ritrova tutto solo sul secondo palo e conclude al volo, ma debolmente tra le mani di Roani.

Ben più impegnato il portiere classe 2000 del Foligno al 21’. Il calcio piazzato di Cavadenti per vie centrali sarebbe una sentenza inappellabile se non ci fosse Roani a salvare con un grande tuffo. Per il Foligno la prima parte di gara è abbastanza negativa e la Clitunno ci crede, ma spreca: al 26’ Baronci riesce a fuggire sulla destra e a crossare al centro, dove a centro area Calamita inzucca con potenza, ma senza precisione.

Gli uomini di Armillei (che intanto aveva risistemato i suoi con il 4-3-1-2 dal 4-4-2 di partenza), però, come detto, hanno la forza di sfruttare il minimo errore altrui: al 31’ Bucciarelli prova un lancio in area, la spizzicata indietro di Rosi di testa coglie controtempo portiere e reparto difensivo della Clitunno, così Braccalenti è lesto nel recuperare la sfera, portarsi sul fondo e mettere dentro, con Cascianelli puntuale nel bruciare tutti sul primo palo (0-1). Per la Clitunno è una bella mazzata e il Foligno appare molto più sicuro. L’altro episodio, molto contestato dai locali, che indirizza definitivamente la sfida al 41’: da un lancio dalle retrovie in area, Gjinaj e Campana arrivano al contatto reciproco in area e cadono entrambi; Di Loreto lascia proseguire l’azione e nel mentre i due giocatori bisticciano da terra, con Campana che rifila un calcione all’attaccante folignate.

Il direttore di gara decreta il rigore e l’espulsione del giocatore campellino, tra le proteste locali che invece richiedevano il fallo precedente a favore o comunque anche il rosso a Gjinaj. Fatto sta che dal dischetto Petterini non fallisce (0-2). Nella ripresa, con l’uomo in più, è un po’ come il gatto con il topo.

Al 13’ arriva il tris, con Agostini che da pochi passi mette dentro un grande assist dal fondo di Cavitolo. Lo 0-4 al 30’, con errore della Clitunno che avvia lo scatto davanti a Spiccia di Gjinaj, che appoggia lateralmente per Braccalenti. L’ultima rete al 40’: Toma cambia gioco a destra per Gentili, Cavitolo viene servito al limite e tenta un tiro-cross, sulla cui traiettoria si inserisce Gjinaj, alla quarta rete in tre partite.

Di seguito le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei: «Avevamo iniziato dal punto di vista tattico in un modo, ma mi sono accorto che non andava: verso il 20’ del primo tempo ho deciso di cambiare, tornando al 4-3-1-2 dal 4-4-2 iniziale. Poi siamo andati molto meglio. Siamo capaci di far male in ogni momento, una volta sbloccata è stato tutto più facile. Poi il rosso al loro giocatore e il rigore di fatto hanno chiuso la partita. Un sostituto per Iachettini? Ci siamo lavorando».

CLITUNNO – FOLIGNO 0-5
CLITUNNO: Spiccia, Baronci, Campana, Batti, Pascolini, Rosi, L. Cavadenti (37’ st S. Rossi), De Rosa, Calamita (26’ st Celesti), Capoccia (28’ st Candelori), Arcangeli (17’ st Cuna). A disp.: Bonincontro, M. Rossi, Antonini. All.: Canzi.
FOLIGNO: Roani, Ziarelli (11’ st Bocciolini), Pagliarini, Biviglia (13’ st Salvucci), Petterini, Bucciarelli (28’ st Acciarresi), Gjinaj, Agostini (20’ st Toma), Braccalenti, Cavitolo, Cascianelli (26’ st Gentili). A disp.: Stoppini, Giabbecucci. All.: Armillei.
ARBITRO: Di Loreto di Terni (Lajthia di Perugia – Ciavi di Perugia).
MARCATORI: 31’ pt Cascianelli, 43’ pt rig. Petterini, 13’ st Agostini, 30’ st Braccalenti, 40’ st Gjinaj (F).
NOTE: spettatori 400 circa. Espulso al 41’ pt Campana (C) per fallo di reazione. Ammoniti: Ziarelli (F), Agostini (F), Calamita (C), Cascianelli (F), Cavitolo (F), Bucciarelli (F). Angoli: 3-4. Recupero 1’ pt e 3’ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*