Carnevale, Premio “Alfio Pace” al migliore tra i sei cantieri

Carnevale, Premio “Alfio Pace” al migliore tra i sei cantieri

Carnevale, Premio “Alfio Pace” al migliore tra i sei cantieri
Continua la collaborazione tra l’Istituto Professionale “Orfini” e il Carnevale

FOLIGNO – Non solo novità ma anche una piacevole conferma nel programma della 55esima edizione del “Carnevale dei Ragazzi” di Sant’Eraclio. Un’ iniziativa che rientra nella valorizzazione del filone della memoria storica della manifestazione attraverso il riconoscimento del ruolo svolto dai personaggi che hanno consentito di tramandare negli anni la tradizione carnascialesca che affonda le sue radici nel 1542 e si rinnova dal 1961 di cui Sant’Eraclio va estremamente orgoglioso.

Per il terzo anno consecutivo verrà dunque assegnato il trofeo “Alfio Pace” offerto dalla famiglia Lupparelli per fare memoria del congiunto, indimenticato presidente del “Carnevale di Sant’Eraclio” negli anni 70 e 80 del secolo scorso.

In quegli anni Alfio Pace seppe innovare la manifestazione facendola uscire dalle anguste caratteristiche di una festa paesana e consentendo di farla crescere qualitativamente con cambiamenti strutturali determinanti e incisivi.

In paese e nella città di Foligno  si ricorda con stima e gratitudine anche per la generosa e impagabile collaborazione con la Comunità terapeutica La Tenda e per esser deceduto durante una missione di pace in Venezuela sul Pico Bolivar per conto del Centro internazionale per la pace fra i popoli di Assisi.

Al termine del terzo Corso mascherato domenica 14 febbraio 2016 il premio verrà consegnato al migliore tra i sei cantieri (carro allegorico e gruppo mascherato) che saprà meglio interpretare sia l’estetica del carro, la corrispondenza con il soggetto scelto, la bellezza scenografica e la coreografia della mascherata più briosa e coinvolgente.

Una apposita commissione giudicatrice analizzerà le sei gigantesche creazioni allegoriche di cartapesta e gli sgargianti gruppi mascherati secondo alcuni criteri di valutazione.

Lo staff dirigente del Carnevale presieduto da Fabio Bonifazi ha utilizzato l’opportunità offerta dal premio “Alfio Pace” per incrementare ulteriormente la sintonia tra i carristi (bozzettisti, ferraioli, cartapestai) e le sarte che confezionano i vestiti per le sfavillanti mascherate.

Una sintonia che ovviamente travalica anche dal Laboratorio dei Carri e si cementa nel rapporto tra il Carnevale e le altre realtà associative e istituzionali di Sant’Eraclio grazie alla disponibilità nel porre la professionalità al servizio della collettività.

Il Carnevale propone anche l’animazione per i bambini e per gli adulti eterni “Peter Pan”, al Centro commerciale Piazza Umbra i prossimi sabati 30 gennaio e 6 febbraio e in occasione del “martedì grasso” 9 febbraio realizzata dal laboratorio per trampolieri e giocolieri dall’Academy Circus, dal Carnevale e dall’Istituto professionale “Orfini” che da tre anni collabora con l’ente carnascialesco.

Servizi sociosanitari

Le feste saranno animate dalle ragazze del corso di servizi sociosanitari con trucca bimbi, baby dance e giochi nei giorni di sabato 30 gennaio e sabato 6 febbraio.  I festeggiamenti per il “martedì grasso” 9 febbraio saranno curati dalle ragazze del corso di moda e si concluderanno con una sfilata in una cornice di manifesti realizzati dai ragazzi del corso di grafica.

Carnevale

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
3 + 12 =