Sindaco Montefalco risponde al centrosinistra: «Sono tutte falsità»

Sindaco Montefalco risponde al centrosinistra: «Sono tutte falsità»

Sindaco Montefalco risponde al centrosinistra: «Sono tutte falsità»

«Abbiamo approvato il bilancio previsionale nei termini di legge e in giunta anche il rendiconto e stiamo fissando il consiglio comunale». Sono le parole del sindaco di Montefalco, la senatrice Donatella Tesei, che risponde agli attacchi del centrosinistra cittadino, alla lista civica SiAmo Montefalco Riommi sindaco, che ha accusato l’attuale giunta di aver prodotto un disavanzo di 1,6 milioni di euro.

«Sono numeri non rispondenti ad una lettura corretta del bilancio. Si sommano erroneamente oppure colpevolmente le somme risultanti dall’accertamento straordinario dei residui imposto per legge dello Stato nel 2015. Accertamento straordinario, peraltro, votato all’unanimità dall’intero consiglio comunale» – ha risposto con forza il sindaco.

«Non c’è nulla da temere per i conti di Montefalco» – incalza il primo cittadino in forza Lega.

Nessuna tassa è stata aumentata: «Chiudiamo la gestione con un disavanzo tecnico di 360mila euro che, peraltro, contiene la somma di 49 mila che annualmente viene accantonata dal 2015 dopo il predetto riaccertamento straordinario e che verrà spalmato in tre anni, senza aumentare nessuna tariffa e senza gravare sulle tasche dei cittadini».

Le criticità di Montefalco sono riscontrabili in quasi tutti i comuni: «Peraltro le criticità – ha aggiunto Tesei – che riguardano una percentuale di mancate riscossioni prevedono, purtroppo, tempi lunghi per il recupero».

L’amministrazione Tesei quando è subentrata ha trovato un ammontare di 4 milioni e 700 mila euro di mutui da pagare che gravano naturalmente sul bilancio: «Questa amministrazione ha contratto mutui in dieci anni per 770 mila di cui 250 mila a tasso zero grazie al Credito sportivo, utilizzati per coofinanziare investimenti per oltre 6 milioni di euro e stanno partendo altri investimenti, già finanziati, per oltre un milione di euro».

Donatella Tesei passa al contrattacco spiegando che «c’è una città che è un modello regionale e che sta trascinando tutto il turismo della valle umbra sud, con un 77 per cento di incremento delle presenze e oltre quarantanove nuove attività aperte».

«Le critiche del centrosinistra – secondo il sindaco – puntano ad altro, ma i cittadini – ha concluso Tesei – sanno molto bene come è stata amministrata in questi 10 anni la città. Lo sviluppo economico, culturale e sociale è ben noto a tutti e a tutte le imprese del territorio. Sono molto preoccupata di queste strumentalizzazioni esclusivamente politiche che hanno obiettivi diversi dal perseguire il bene di una comunità. Montefalco non può essere oggetto di tali speculazioni».

1 Commento

  1. Non so chi è il sindaco di Montefalco non lo conosco e non so dove abita Ma so solamente che tornando a Montefalco dopo tanto tempo circa 5 anni ho visto un cambiamento di Montefalco che sembrava di stare a Rimini quindi la gente che critica sarebbe da impiccarla tutta parola di un cittadino Umbro che è dovuto partire ma ritornerà

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*