Foligno, anniversario fondazione corpo della polizia municipale, la cerimonia

 
Chiama o scrivi in redazione


Foligno, anniversario fondazione corpo della polizia municipale, la cerimonia

Si è svolta nella sala del Consiglio comunale di Foligno la ricorrenza del 174/o anniversario della fondazione del corpo di polizia municipale. Dopo il saluto del presidente del Consiglio comunale, Lorenzo Schiarea, è intervenuto il vicesindaco Riccardo Meloni. “Siamo voluti essere qui per celebrare al meglio delle possibilità un anniversario particolarmente importante e significativo – ha detto Meloni – ci siamo sentiti in dovere di aprire la nostra casa, la casa di tutti i folignati, a chi tutti i giorni è al lavoro in lungo e largo per il nostro amplissimo territorio a servizio dei cittadini.

Una ricorrenza che purtroppo cade nel pieno della cosiddetta ‘seconda ondata’ di pandemia da Covid 19 ma abbiamo scelto di ‘festeggiare’, se così si può dire, per dare un segnale di continuità e speranza adottando, ovviamente, tutte le precauzioni e i distanziamenti necessari”. Meloni ha sottolineato – anche nel contesto della pandemia – il ruolo “fondamentale del corpo di polizia municipale. Senza il loro impegno, la loro abnegazione, il loro spirito di servizio, l’amore per il proprio lavoro e per la propria gente, non ce l’avremmo fatta a superare le fasi più dire.

Nel corso di quest’anno è cambiato anche il rapporto tra la città e i vigili urbani chiamati ad essere in prima linea nel fronteggiare il Covid senza trascurare gli altri ambiti di intervento. La sicurezza è e resta una delle priorità di questa amministrazione comunale: grazie ai vari incontri ed accordi, si è riportata sotto controllo la situazione in centro storico, in particolar modo in Piazza Matteotti. Il prossimo anno un presidio della polizia municipale tornerà proprio sui Piazza Matteotti.

Siamo in dirittura d’arrivo per il nuovo piano di videosorveglianza che metterà a pieno regime tutti gli impianti a disposizione incrementandoli con le cosiddette ‘telecamere intelligenti’. Stiamo discutendo il Piano urbano della mobilità che snellirà la viabilità aumentando la sicurezza, così come stiamo investendo sulle piste ciclabili. Abbiamo scelto di aprire la Ztl e di sospendere temporaneamente i parchimetri: sono tutte scelte che influiranno sule casse comunali, in termini di spese e mancati incassi, ma in casi eccezionali si deve avere il coraggio di prendere decisioni eccezionali.

Ci piace considerare la polizia locale come ‘regolatrice di vita sociale’ nel suo ruolo di informazione, educazione, difesa dei diritti e del pronto intervento nel regolare situazioni – piccole e grandi – di vita cittadina. E mai come quest’anno possiamo essere soddisfatti. Un ringraziamento di cuore al comandante, uomo e figura fondamentale sempre pronto a mettersi in prima linea”.

Nel suo intervento il comandante Marco Baffa, ha rilevato, tra l’altro, che oggi “si è voluto scegliere un profilo il più sobrio possibile per onorare come doveroso questa cerimonia, vista la pandemia in corso ma che vuole testimoniare il nostro quotidiano compito di vigilare sulla città e l’ambito traguardo raggiunto dei 174 anni dalla fondazione del Corpo che mi onoro di dirigere.

Ogni anno in questa ricorrenza è tradizione che, accanto all’odierno anniversario, si accenni allo stato e sull’attività del Corpo, così da far comprendere, per una volta almeno con la necessaria compiutezza, quanto significativo sia il nostro lavoro di oggi, nel contribuire a garantire un’autentica qualità della vita urbana, in quanto basata sulla civiltà e sull’etica della convivenza, dunque sul rispetto delle tante e necessarie regole. È questa funzione di regolatore della vita sociale, consolidatasi negli anni ’80 e ’90, che la distingue dalle attività di controllo e repressione della criminalità e di tutela dell’ordine pubblico che la nostra Costituzione demanda specificatamente alle Forze di Polizia dello Stato”.

Baffa ha ricordato la dedizione al servizio da parte del corpo “in questi difficili mesi: è stato un fulgido esempio da seguire, perché solo con un grande spirito di abnegazione, unitamente a un profondo senso di solidarietà ed attaccamento alla comunità, siamo riusciti indubbiamente a garantire ed assolvere una miriade di compiti, con una forza e un nuovo spirito probabilmente a noi sconosciuto, dimostrando grandi capacità e tenacia, anche a discapito dei nostri affetti familiari e personali trascurati per il servizio nei mesi passati”.

All’incontro è intervenuto anche mons. Giovanni Nizzi della diocesi di Foligno. E’ stata inoltre consegnata al corpo di polizia municipale la bandiera italiana e dell’Unione europea da parte dell’associazione nazionale insigniti dell’ordine di merito della Repubblica italiana (sezione di Foligno, Valle Umbra). Attestati sono stati consegnati per la loro attività a Claudio Tamburo e Ugo Santini.

Corpo polizia municipale, i dati dell’attività

Sono questi i dati principali dell’attività svolta dal corpo di polizia municipale nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 18 novembre 2020.

Sicurezza Stradale

Anche nel corso dell’anno 2020, personale del comando ha concorso all’educazione stradale in molte classi scolastiche, raggiungendo centinaia di ragazzi, impiegando agenti appositamente scelti, proseguendo nella collaborazione avviata tra le autorità scolastiche e comando, già da anni. Si ricorda l’iniziativa “Valentino….” Con il successo che ogni anno riscuote nei vari plessi e negli alunni coinvolti. Svolte anche iniziative di sensibilizzazione e diffusione anche delle buone pratiche in occasione di emergenze o calamità, già a partire dalle classi primarie nell’intento di sensibilizzare anche i più piccoli nelle procedure da osservarsi in caso di eventi calamitosi. Sono stati garantiti inoltre interventi di sensibilizzazione verso cittadini – in particolare verso i cosiddetti “utenti deboli”.

E’ stato costantemente pattugliato il territorio dal punto di vista delle sicurezza stradale, mettendo in campo servizi generali mirati, incrementando la fascia dei servizi di pronto intervento anche in orari serali, svolti nel periodo estivo tutti i week end ed in orari particolarmente protratti, al fine di garantire il giusto presidio anche durante la cosiddetta movida oggetto di lamentele dei residenti.

Costante il numero di illeciti accertati dagli agenti in strada, in diminuzione gli illeciti accertati dalle telecamere di controllo degli accessi in centro città rispetto allo scorso anno. Elevato il numero dei veicoli fermati e dei conducenti controllati (1157 veicoli e relativi conducenti identificati in 305 posti di controllo attuati sul territorio comunale, con oltre 224 conducenti sottoposti ad etilometro di cui 4 denunciati in stato di libertà alla Autorità Giudiziaria e con 2 veicoli oggetto di confisca ed 1 sottoposto a fermo amministrativo) ha riguardato esclusivamente e massicciamente l’area delle violazioni alle norme comportali con 204 violazioni contestate anche durante il periodo del lockdown in cui i controlli sono stati attuati sui tre turni con non meno di 6 equipaggi garantiti tutti i giorni.

Consistente anche l’azione finalizzata al contrasto del fenomeno della velocità elevata sulle strade cittadine con l’effettuazione di servizi mirati di controllo con autovelox, che hanno portato alla contestazione delle violazioni accertate e contestate ai conducenti fermati. A questo dato si aggiungano le violazioni accertate nei vari posti di controllo e nella varie attività mirate di polizia stradale. Nell’ambito del fenomeno dell’inquinamento ambientale sono controllati 239  veicoli e contestate 19 violazioni per circolazione con veicoli non conformi alle disposizioni dell’ordinanza sindacale in materia.

Rilevante il numero dei veicoli sanzionati in quanto circolanti non revisionati o non assicurati. Costante anche il numero delle sanzioni al tema della sosta.  Aumentano le mancate revisioni, i veicoli non coperti dalla assicurazione obbligatoria, ed in genere tutte quelle ipotesi illecite correlate alle velocità pericolose, al trasporto di passeggeri su ciclomotori, le guide in stato di ebbrezza, le omissioni di soccorso e le mancate precedenze ai pedoni. Ancora alto il numero di automobilisti che non rispettano il semaforo rosso, guidano oltre i limiti di velocità, usano il telefonino alla guida, non osservano la segnaletica orizzontale e sovente parcheggiano arrecando in primis grave disagio agli utenti deboli o alle persone anziane impossibilitate a transitare sui marciapiedi occupati abusivamente dalle autovetture.

Tutela del Consumatore, Ambiente ed Edilizia

Accanto al problema della mobilità e della sicurezza stradale, emerge sempre di più la crescente sensibilità e richiesta di attenzione al tema dei servizi, della cultura, del turismo, del commercio, dell’ambiente e della vigilanza edilizia ed architettonica. Nel corso del 2020 il Comando di Polizia Municipale ha svolto molteplici controlli di pubblici esercizi (come bar, ristoranti) ed esercizi commerciali, anche con servizi mirati e volti ad arginare per quanto possibile il fenomeno del disturbo alla quiete dei residenti, collaborando in tal senso e in modo sistematico con altre forze dell’ordine.

Nell’ambito di tale attività e tenuto conto delle misure sanitarie legale alla emergenza da Covid-19 sono stati svolti 5978 controlli in materia di attività produttiva e controllate 3.896 persone, con il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 12 persone e 34 persone sanzionate per inosservanza delle misure di contenimento dell’epidemia; 4 i pubblici esercizi sanzionati di cui uno sottoposto a sequestro preventivo penale. Sono state predisposte dal Comando di  polizia municipale  716 ordinanze di isolamento contumaciale da Covid-19 con la predisposizione di 5.728 lettere di trasmissione delle medesime alle forze dell’ordine e alle autorità interessate.

Sono stati effettuati 107 controlli relativamente a pubblici esercizi, occupazioni di suolo pubblico, in particolare contestualizzato al cosiddetto “fenomeno della movida” con 120 controlli mirati in ordine alla corretta occupazione degli spazi concessi a pubblici esercizi e 7 violazioni accertate per l’inosservanza degli spazi concessi, che hanno comportato in un caso alla decadenza ed avvio del procedimento di revoca della occupazione concessa medesima. Rilevante anche il dato relativo al contrasto alla sosta abusiva con ben 128 violazioni accertate per sosta abusiva o irregolare nella Zona a Traffico Limitato.

Sul fronte della vigilanza ai mercati cittadini nel 2020 sono stati gestiti i mercati settimanali e giornalieri in città, controllati 5 posteggi isolati, 3 fiere cittadine, 3 fiere in occasione di eventi e ricorrenze delle festività religiose, per un totale di 13.120 di presenze controllate e verificate ai posteggi mercatali presidiati dal personale. La tutela ambientale ed edilizia è affidata ad una unità specialistica di polizia ambientale ed edilizia appositamente dedicata a questi temi. In questa area di intervento sono stati recuperati diversi veicoli abbandonati, elevando sanzioni amministrative per violazioni ai vigenti regolamenti comunali nella gestione dei rifiuti, nonché deferito alcuni soggetti per reati ambientali in 8 procedimenti penali.

Sicurezza, Vigile di Quartiere e Controllo del Territorio e Protezione Civile

Sul fronte della sicurezza urbana diversi gli interventi mirati al contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi, dei soggetti che in modo molesto ed insistente chiedono l’elemosina, presenze che in alcuni casi hanno portato i cittadini a rivolgersi al Comando reclamando il diritto a percorrere le vie della città in modo libero e con la necessaria percezione di sicurezza e di vivibilità degli spazi pubblici.

Sono state diverse le segnalazioni ai servizi sociali ed al Tribunale per i Minorenni, per le molteplici situazioni di disagio presenti con interventi a supporto degli operatori ed assistenti sociali nel dare esecuzione ai provvedimenti del Tribunale per i Minorenni, nonché l’attività di monitoraggio del fenomeno purtroppo presente in città dell’evasione degli obblighi scolastici, anch’esso seguito con gli uffici comunali di riferimento, monitoraggio fondamentale al fine di avere sempre una visione d’insieme delle possibili devianze o disagi sociali in ambito cittadino.

Rilevante anche l’attività di monitoraggio delle attività produttive e commerciali sul territorio, sia per ciò che attiene numerose altre iniziative, tra cui si segnala il monitoraggio ed il contrasto al fenomeno commercio abusivo su area pubblica, nonché il supporto di polizia amministrativa e osservazione in ambito cittadino a favore della tutela dei consumatori e dei cittadini in genere.

La sicurezza passa anche attraverso i servizi davanti alle scuole, garantendo viabilità e prevenzione per genitori e l’elemosina, presenze che in alcuni casi hanno portato i cittadini a rivolgersi al Comando reclamando il diritto a percorrere le vie della città in modo libero e con la necessaria percezione di sicurezza e di vivibilità degli spazi pubblici. Sono state diverse le segnalazioni ai servizi sociali ed al Tribunale per i Minorenni, per le molteplici situazioni di disagio presenti con interventi a supporto degli operatori ed assistenti sociali nel dare esecuzione ai provvedimenti del Tribunale per i Minorenni, nonché l’attività di monitoraggio del fenomeno purtroppo presente in città dell’evasione degli obblighi scolastici, anch’esso seguito con gli uffici comunali di riferimento, monitoraggio fondamentale al fine di avere sempre una visione d’insieme delle possibili devianze o disagi sociali in ambito cittadino.

Rilevante anche l’attività di monitoraggio delle attività produttive e commerciali sul territorio, sia per ciò che attiene numerose altre iniziative, tra cui si segnala il monitoraggio ed il contrasto al fenomeno commercio abusivo su area pubblica, nonché il supporto di polizia amministrativa e osservazione in ambito cittadino a favore della tutela dei consumatori e dei cittadini in genere.

La sicurezza passa anche attraverso i servizi davanti alle scuole, garantendo viabilità e prevenzione per genitori e bambini nelle scuole cittadine (con servizi fissi, e con altri a rotazione garantiti da personale assegnato agli uffici) e grazie anche ai tantissimi volontari AUSER. Sono stati fondamentali in un’ottica di prevenzione anche gli incontri tenuti dagli agenti nelle scuole primarie e secondarie dedicati ai temi dell’educazione stradale e della legalità: 14 sono stati gli incontri rivolti ai vari plessi scolastici cittadini con il coinvolgimento di 15 classi, 6 gli incontri presso le scuole dell’Infanzia e 9 gli incontri presso le scuole primarie.

Rilevante anche l’attività in materia di polizia giudiziaria con 49 notizie di reato d’iniziativa e 14 deleghe di indagine, 44 le ulteriori attività di iniziativa o delegate dall’Autorità giudiziaria 716 le notifiche effettuate per conto della Autorità giudiziaria o di altri enti relativamente a procedimenti penali di cui 283 delegate da altre forze dell’ordine, 23 verifiche di ordinanze dirigenziali di altre aree del Comune e 90 ulteriori procedimenti di integrazione di precedenti notizie di reato.Di rilievo anche il numero dei rinvenimenti di oggetti, documenti, sovente compendio di furto, o semplicemente smarriti: 684, nella maggior parte dei casi restituiti ai legittimi proprietari e da cui sono scaturiti 487 inserimenti nella Banca dati SDI gestiti direttamente da un ufficiale del Corpo.

Per il “Controllo di Vicinato”, oggetto di uno specifico protocollo sottoscritto con la Prefettura di Perugia, sono attivi 5 gruppi che con il loro contributo e le segnalazioni consentono di dare concretamente attuazione ad un sistema partecipativo dei cittadini. Rilevante anche l’attività in materia di polizia anagrafica con 2.201 accertamenti relativi alla residenza e con centinaia di ulteriori accertamenti per conto di altri comuni o per conto delle forze dell’ordine. Significativo il dato dei veicoli controllati e delle lettere di invito di presentazione ad un organo di polizia stradale per esibire i documenti di circolazione notificate ai conducenti nell’anno 2020.

Per il servizio protezione civile, trasmessi migliaia di sms attraverso un sistema centralizzato di allerta meteo ai cittadini, la gestione dei volontari dei vari Gruppi di Protezione Civile che hanno richiesto un notevole sforzo di programmazione e di coordinamento dei medesimi anche attraverso l’attivazione del COC e che ha visto con la collaborazione di ANCI Umbria deliberato il novellato Piano Comunale di gestione delle emergenze. Particolarmente rilevante l’attività svolta nell’odierna emergenza sanitaria a supporto della popolazione e del Comando di Polizia Municipale.

Da marzo ad agosto sono stati coinvolti 886 volontari che hanno garantito servizi di assistenza alla popolazione di monitoraggio in città per 112 giorni consecutivi, alcuni giorni anche su tre turni, consentendo un efficace monitoraggio delle zone interdette e di osservazione delle aree maggiormente soggette ad assembramenti (Parchi, piazze, piste ciclabili, aree verdi esterne o presenza vietata di persone.

Grazie al contributo dei volontari sono stati garantiti anche le operazione di ritiro dei dispositivi di protezione individuale presso il Centro Operativo Regionale e la successiva distribuzione agli enti e soggetti interessati.

I volontari hanno anche garantito la distribuzione di 191 tablet e personal computer agli studenti dei plessi scolastici interessati dalla didattica a distanza da casa; 37 le consegne di generi e beni di prima necessità a soggetti in isolamento o comunque a soggetti fragili ed impossibilitati ad uscire di casa. Sono stati 80 i turni di presenza e di assistenza alla popolazione in arrivo o in partenza dalla stazione ferroviaria di Foligno, per 40 giorni e con il coinvolgimento di 189 volontari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*