Comune di Foligno, il corpo di polizia municipale festeggia il 175° anniversario

Comune di Foligno, corpo di polizia municipale festeggia 175° anniversario

Comune di Foligno, il corpo di polizia municipale festeggia il 175° anniversario

La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del Comune

Siè svolta oggi nella sala consiliare del Comune di Foligno la cerimonia per il 175° anniversario della fondazione del corpo di polizia municipale di Foligno.


Da Ufficio Stampa Comune di Foligno


All’evento è intervenuto, in collegamento, anche il comandante Marco Baffa, malato da mesi, ma che si accinge a tornare in servizio come ha annunciato lui stesso.

Le parole del comandante Baffa

“Ringrazio tutti per l’impegno svolto in questi mesi e per la vicinanza mostrata nei miei confronti, ha detto il comandante, e sarò felicissimo di tornare alla normalità”.

Nel corso del suo saluto il presidente del Consiglio comunale, Lorenzo Schiarea, ha parlato di “giorno importante per il ruolo fondamentale del corpo di polizia municipale che ha in città”.

Il sindaco Zuccherini nel corso della cerimonia per i 175 anni della polizia municipale

Le parole del sindaco Zuccarini

Stefano Zuccarini, dopo aver salutato gli ospiti ha rivolto “un ringraziamento particolare, ed un saluto affettuoso, al nostro caro Comandante Marco Baffa: una grande persona, con una grande forza, ed un grinta capace di dare la carica a tutti noi. Caro Marco, in questi mesi ci sei stato sempre vicino, ma voglio dirti comunque che ci manchi, e che ti aspettiamo presto qui, con noi, a Foligno, per riprendere insieme un rapporto non solo di collaborazione, ma di profonda stima e sincera amicizia.

Tornare ‘in presenza’ e con la presenza del comandante Baffa, è il modo migliore per celebrare questo 175° Anniversario della Fondazione del Corpo della Polizia Municipale di Foligno. Oggi, è una giornata importante, e noi abbiamo scelto di celebrarla – perché c’è bisogno anche di questo per tornare alla normalità – e perché è giusto e doveroso sottolineare anche questi momenti che ci vedono uniti al servizio della città e della comunità. Sin dal suo insediamento, questa Amministrazione Comunale ha sempre dato la massima attenzione al Corpo della Polizia Municipale, e sono molti ed importanti i traguardi che abbiamo raggiunto insieme. Penso, in primis, all’attivazione del Presidio dello Polizia Locale in piazza Matteotti ed all’attivazione del sistema di videosorveglianza per garantire h24 il monitoraggio dell’intera area. Grazie all’opera di riqualificazione della piazza, all’apertura del presidio della Polizia Municipale, all’installazione del sistema di videosorveglianza ed alla stretta sinergia con le Forze dell’Ordine che operano sul territorio, siamo finalmente riusciti a riconsegnare un luogo simbolo della Città, alle famiglie, agli anziani, ai turisti e prossimamente anche alle attività della zona che torneranno ad animarla.

Entro la fine dell’anno saranno espletate tutte le procedure necessarie per affidare lo studio di progettazione per l’ampliamento ed efficientamento dell’impianto di videosorveglianza: si tratta di un vero e proprio piano integrato della videosorveglianza, che potrà ottimizzare e mettere in rete gli impianti esistenti, con un incremento delle telecamere, anche nelle periferie, dotate di particolari sistemi di rilevazione in grado di segnalare movimenti da attenzionare, il tutto collegato ai terminali delle forze dell’ordine.

Abbiamo ereditato una situazione arretrata, con alcuni impianti di fatto nemmeno utilizzabili, ed ora ci apprestiamo a diventare una città modello. Ci vuole tempo: la burocrazia e l’emergenza Covid hanno ulteriormente dilatato i tempi, ma siamo in dirittura d’arrivo. Un’altra svolta storica su questo fronte, è rappresentata dall’inserimento in organico di sei nuovi vigili urbani, un provvedimento senza precedenti che andrà finalmente a rendere meno problematica la cronica carenza di organico che abbiamo ereditato dalle precedenti amministrazioni.

Il bilancio dell’attività annuale del Corpo di Polizia Municipale, ci consente di avere sotto mano una sorta di ‘cartina tornasole’ di quello che è successo nel corso degli ultimi dodici mesi in termini di sicurezza, viabilità, emergenze, ambiente, rispetto delle regole e convivenza civile.

Un altro sforzo è stato quello della modifica della viabilità: anche in questo caso, si è trattato di un provvedimento atteso da anni, ma che a nostro avviso andava fatto e che – nonostante le proteste di una ‘minoranza rumorosa’ – ha dimostrato di funzionare, di accorciare le distanze e di ridare la meritata attenzione al centro storico. Quest’anno abbiamo dovuto gestire l’emergenza Covid ed il cosiddetto ‘ritorno alla normalità’: un doppio impegno, e senza il supporto della Polizia Municipale sarebbe stato sicuramente tutto più difficile. Ci sono nuovi progetti e nuove sfide che dobbiamo affrontare insieme nell’interesse superiore della Città e a servizio della Comunità, e proprio per questo considero la Polizia Locale nella sua funzione di ‘regolatrice di vita sociale’: per il ruolo di informazione, educazione, difesa dei diritti, pronto intervento nel regolare situazioni di ‘vita cittadina’.

Noi siamo pronti ad offrire il massimo supporto e la più totale collaborazione: sono certo che insieme supereremo tutte le sfide future”.

Nel corso della celebrazione, il vicecomandante Ambrogi ha presentato la relazione sull’attività svolta nel 2021 (i dati si riferiscono dal 1° gennaio al 19 novembre) che riportiamo integralmente.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*