Ha preso avvio “Foligno C.&C.” (Cammina e Conosci)

da Roberto Testa
Circa 60 persone, nonostante la fredda mattinata, si sono ritrovate questa mattina a Piazzale Atria per partecipare all’anteprima del progetto “Foligno C.&C.” (Cammina e Conosci), un’iniziativa che intende coniugare attività salutistica, cultura e musica. “Foligno C.&C.” si compone di 12 appuntamenti domenicali, a cadenza mensile, che si terranno nel 2015.

Si tratta di un progetto realizzato dall’Associazione Uisp, Orme – “Camminare Liberi” di Foligno, in collaborazione con l’Orchestra Giovanile dell’Umbria, la Cooperativa Sociale “Filottete” e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. Tra i presenti è intervenuta anche il vice sindaco Rita Barbetti.

A tutti è stata distribuita una scheda contente il programma degli appuntamenti del prossimo anno.
Il primo appuntamento del 2015 si terrà domenica 18 gennaio ed avrà per argomento “Dante Alighieri e la Divina Commedia – Palazzo Orfini e il Museo della Stampa”: un omaggio a Dante, nel 650° anniversario della nascita da parte della città che stampò per la prima volta il capolavoro della letteratura italiana.

Durante l’anteprima odierna, i partecipanti, camminando in centro storico, hanno sostato davanti alla casa dove dimorò e morì il famoso medico Gentile da Foligno (1272 – 1348), per ascoltare il dott. Mario Timio, già primario di Nefrologia e Dialisi all’Ospedale S. Giovanni Battista ed eminente storico della medicina, che ne ha tracciato il profilo professionale, scientifico ed umano.

“Molte persone nella nostra città – ha sottolineato il dott. Timio – sanno poco o nulla di questo importante medico vissuto a cavallo del XIV secolo e del contributo scientifico da lui dato sul versante della diagnostica e della terapia di importanti patologie”.

Tra le numerose pubblicazioni di Gentile da Foligno, conosciute e studiate nelle principali università europee del suo tempo, il dott. Timio, ha ricordato il famoso libro “Contra Pestilentiam Consilium”, scritto nel 1348, durante l’epidemia di peste che dilagò drammaticamente in tutta Europa, comprese Italia, Umbria e Foligno.

Il nome di Gentile è legato alla storia della medicina, ma anche alla storia delle vittime del dovere, in quanto per alleviare le sofferenze dei suoi concittadini, contrasse la peste, e vi morì il 18 giugno del 1348.

Dopo l’interessante esposizione del dott. Timio, i partecipanti hanno dato avvio al loro percorso urbano, camminando insieme circa un’ora, per confluire al temine della passeggiata all’interno degli Orti Orfini, dove sono stati accolti dallo chef Nazzareno Brodoloni, che per conto della Cooperativa Sociale “Filottete” ha offerto loro una salutistica bevanda calda.

Ha quindi fatto seguito l’esibizione concertistica di alcuni giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile dell’Umbria, Francesco Cherubini, e Mario Verzari, coordinati dalla prof. Daniela Rossi, i quali eseguito brani per violino del ricco repertorio italiano ed europeo.

Al termine, il presidente di Orme – Camminare Liberi, Rodolfo Cherubini ha consegnato una stampa raffigurante Gentile da Foligno e la facciata dekl Teatro alla Scala di Milano al dotto Mario Timio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*