Foligno, Scuole Sicure, fondi Viminale per videosorveglianza, plauso di Zuccarini

Salvini e Zuccarini, Foligno
Foligno, Scuole Sicure, fondi Viminale per videosorveglianza, plauso di Zuccarini

Foligno, Scuole Sicure, fondi Viminale per videosorveglianza, plauso di Zuccarini Oltre 33mila euro dal Ministero dell’Interno nell’ambito del progetto “Scuole Sicure 2019-2020” per l’istallazione di sistemi di videosorveglianza esterni in prossimità degli istituti scolastici di Foligno nell’ottica del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’iniziativa del Viminale, annunciata da Matteo Salvini, è stata accolta positivamente dal candidato a sindaco di Foligno per centrodestra e civiche, Stefano Zuccarini.

“La sicurezza dei giovani prima di tutto”

“Una bellissima notizia per il territorio – sottolinea Zuccarini – La sicurezza degli alunni, bambini e ragazzi, viene prima di ogni altra cosa. La droga rappresenta un pericolo reale che non va sottovalutato soprattutto quando si parla di giovani. Grazie a questo progetto la nostra città potrà disporre di fondi da utilizzare nella realizzazione di sistemi di videosorveglianza, assunzione a tempo determinato di agenti di polizia locale, pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario del personale della polizia locale, acquisto di mezzi ed attrezzature e promozione di campagne informative volte alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanza stupefacenti.

Scuole, la ricetta di Zuccarini: “Prevenzione e controlli”

E’ ora di dire basta ai venditori di morte – conclude il candidato del centrodestra e civiche – nel nostro programma elettorale trovano ampio spazio progetti volti alla tutela dell’incolumità e del quieto vivere dei cittadini di Foligno. Pensiamo alla previsione di un assessorato “ad hoc” per la sicurezza, lo sviluppo di tavoli periodici di confronto al fine di instaurare una proficua collaborazione tra Amministrazione, Forze dell’ordine e cittadino e il lancio di campagne di prevenzione e informazione per i più giovani”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*