Foligno, la Lega chiede tavolo permanente sulla sicurezza nelle scuole

Foligno, la Lega chiede tavolo permanente sulla sicurezza nelle scuole
Cetorelli Lega Foligno

Foligno, la Lega chiede tavolo permanente sulla sicurezza nelle scuole “Istituire un tavolo permanente sulla sicurezza e la vivibilità delle scuole”. A chiederlo è il consigliere comunale della Lega di Foligno, Agostino Cetorelli, attraverso una mozione indirizzata al sindaco e alla giunta.

Edilizia scolastica sorvegliata speciale

“A circa due anni dal sisma del 24 Agosto 2016 e ad oltre 20 da quello del 1997 – spiega nell’atto – l’edilizia scolastica del nostro comune è diventata sorvegliata speciale in base alle criticità riscontrate sia a livello delle certificazioni antisismiche e dell’antincendio, sia affrontando il problema dal più vasto e moderno concetto di fruibilità degli spazi a causa di aule ed ambienti scolastici non adeguati. La vocazione della città di Foligno come polo attrattivo di servizi essenziali tra i quali quello scolastico va riaffermata e aggiornata”.

Leggi anche: Degrado e atti vandalici, la Lega chiede interventi immediati

Cetorelli ricorda la situazione di Scafali dove “è in fase di realizzazione una struttura scolastica avveniristica” in contrapposizione alla realtà che riguarda la Carducci dove “si registrano ritardi ormai inspiegabili e che tutti i cittadini di Foligno dal centro storico alle frazioni, anche quelle montane, hanno diritto ad un pari trattamento e ad avere strutture adeguate”. Secondo il consigliere “la sicurezza e la vivibilità delle scuole sono una priorità di qualsiasi buona amministrazione e che essendo il nostro comprensorio ad elevato rischio sismico bisognerà agire nell’ottica della prevenzione e con un quadro d’investimenti calendarizzato nei prossimi anni tramite tempi e cifre certe”.

Scuole e sicurezza: “Sindaco e Giunta devono essere presenti”

Per tali motivi, Cetorelli impegna il sindaco e giunta “ad essere presenti nelle Commissioni Consiliari Permanenti con cadenza trimestrale a confrontarsi con i dirigenti dei plessi scolastici e con i rappresentanti del “Comitato scuole sicure” al fine di istituzionalizzare un tavolo permanente sulla Sicurezza nelle scuole in modo da instaurare un nuovo rapporto di dialogo e di programmazione condivisa degli interventi con chi la scuola la vive quotidianamente”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*