TPL, incontro sindaci di Foligno e Assisi con Cgil, Cisl e Uil Foligno

TPL, incontro sindaci di Foligno e Assisi con Cgil, Cisl e Uil Foligno

Dopo le recenti evoluzioni in termini politici regionali rispetto a tagli e gara sul tpl in Umbria, le organizzazioni sindacali Cgil Cisl Uil nell’ambito del bacino di Foligno hanno chiesto diversi incontri ai Sindaci capifila degli ambiti sociali, compreso il sindaco della città della Quintana.

L’incontro si è svolto nella giornata di ieri, 27 luglio presso la sede del Consiglio Comunale di Foligno.

Durante il confronto, come organizzazioni sindacali, presenti anche rappresentanti dei trasporti e dei pensionati, abbiamo esternato dubbi e perplessità sui futuri scenari che tali scelte potrebbero generare. Un taglio di 2.8 milioni di euro strutturali che sono nulla rispetto ai 13 milioni che la Regione vuole risparmiare per poi modulare una gara a 4 bacini rispetto all’attuale unico bacino regionale.

Il rischio è avere una ricaduta in termini occupazionali, sociali e di copertura territoriale devastanti che potrebbero andare a colpire anche la sicurezza dei mezzi oltre a incidere in maniera determinante sulla qualità del servizio pubblico minimo offerto ai cittadini.

Anche il territorio folignate come il resto dell’Umbria sarà penalizzato fortemente da queste scelte arbitrarie fatte in maniera unilaterale che con forza respingiamo contrastandole con tutti i mezzi a nostra disposizione.

Vogliamo inoltre evidenziare che la scorsa settimana, per lo stesso tema avevamo incontrato il Sindaco di ASSISI, e ci piace sottolineare che entrambi i Sindaci hanno non solo condiviso le nostre preoccupazioni sul futuro della qualità dei servizi offerti nei loro territori, ma ci hanno confermato che le riporteranno con la massima attenzione nel loro confronto con l’Assessore Regionale ai Trasporti.

Facciamo infine notare che nei prossimi giorni sono in programma ulteriori incontri con i Sindaci di Norcia e Spoleto, territori già duramente colpiti dal sisma e di tutto hanno bisogno tranne di una diminuzione dei servizi offerti nei loro territori.

1 Commento

  1. Quanti pulman, quante linee, quanti utenti medi per viaggio, quali i costi quanti gli addetti di cui è in pericolo il posto di lavoro? mi pare tutto molto superficiale.
    Alla fine degli incontro é stato redatto un comunicato stampa con gli impegni presi dalle parti?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*