Tari Foligno spostato pagamento al 30 settembre utenze non domestiche 

L'Amministrazione Comunale, per venire incontro alle esigenze delle attività economiche

 
Chiama o scrivi in redazione


Agevolazioni Tari Foligno spostato pagamento al 30 settembre utenze non domestiche 

Agevolazioni Tari Foligno spostato pagamento al 30 settembre utenze non domestiche 

 “L’Amministrazione Comunale, per venire incontro alle esigenze delle attività economiche che hanno subito ripercussioni sul proprio equilibrio economico e finanziario a causa dell’emergenza Covid-19 ed al fine di agevolarne la ripresa, ha stabilito di posticipare il pagamento dell’acconto della Tari per le utenze non domestiche, dalla scadenza precedentemente fissata del 31 maggio, sino a quella del prossimo 30 settembre”. Lo ha reso noto il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini. “Si è infatti ritenuto che, in questo particolare momento  – ha rilevato il sindaco – numerose attività commerciali si sarebbero potute trovare in difficoltà nel versamento, e pertanto tutte le utenze non domestiche della Tari riceveranno gli avvisi nel mese di settembre. Uno slittamento di quattro mesi, che consentirà inoltre all’Amministrazione Comunale, di lavorare all’elaborazione di ulteriori misure di sostegno, volte proprio alla riduzione della stessa Tari, a beneficio delle utenze non domestiche penalizzate dalle restrizioni dovute alla pandemia ed imposte dal Governo. Si tratta di provvedimenti strategici importanti, tesi a sostenere, per quanto possibile e di competenza, il tessuto economico-sociale della città di Foligno, con particolare riferimento alle categorie maggiormente in sofferenza per causa delle misure di contenimento dell’emergenza pandemica.

Per quanto riguarda le utenze domestiche della Tari, è stato approvato il nuovo disciplinare per concedere agevolazioni nell’anno 2021 ai soggetti che in base agli indicatori Isee si trovano in condizioni di grave disagio sociale ed economico. Per questi cittadini viene sospesa la riscossione degli avvisi in acconto, a condizione ovviamente che presentino regolare richiesta di agevolazione. Per la fascia di reddito da zero a 3mila euro la riduzione arriva all’80% mentre per quella tra i 3000,01 euro ed i 5mila, la Tari è dimezzata del 50%. Viene concessa una riduzione del 30% nella fascia di reddito tra i 5.000,01 euro ed i 12mila: si rileva che questa soglia è stata introdotta da questa Amministrazione Comunale, per la prima volta, lo scorso anno. Innalzando il limite massimo, abbiamo così consentito ad un consistente numero di cittadini contribuenti, prima esclusi, di poter usufruire del risparmio di un terzo della tassa. Entro la settimana saranno resi disponibili le documentazioni necessarie per accedere alle agevolazioni. In un periodo così difficile per tutti, questa Amministrazione Comunale è riuscita non solo a mantenere le agevolazioni, ma lavora ad ulteriori riduzioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*