L’olio di Giano dell’Umbria sugli scudi i complimenti della Amministrazione

vuole elogiare i premi ottenuti da tre aziende del territorio

 
Chiama o scrivi in redazione


L’olio di Giano dell’Umbria sugli scudi i complimenti della Amministrazione

“Faccio i migliori complimenti, a nome di tutta l’amministrazione comunale, alle aziende di Giano dell’Umbria che si sono distinte quest’anno con importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale”. Così il sindaco, Manuel Petruccioli, vuole elogiare i premi ottenuti da tre aziende del territorio per la produzione di olio extravergine d’oliva.

“In questi mesi, resi così difficili a causa della pandemia e delle restrizioni, tre giovani aziende di Giano si sono distinte per la qualità dei propri prodotti – continua il sindaco – Mi riferisco all’azienda agricola Locci, che si è aggiudicata Tre Foglie nella guida agli Olii d’Italia 2021 del Gambero Rosso con un blend di sei monocultivar e Due Foglie con altrettanti monocultivar, tra cui il nostro San Felice.

C’è poi il Frantoio Filippi, fresco vincitore della categoria Evo Top Winners nel concorso internazionale Aipo d’Argento, a cui hanno preso parte 612 olii da tutta Europa. Importanti riconoscimenti anche per “Oro di Giano”, inserita nella guida del Gambero Rosso come Miglior fruttato intenso 2021 e vincitrice del premio regionale Oro Verde dell’Umbria 2021 a cui si è aggiunta anche la menzione di merito Impresa donna per Claudia Pompilj.

Questi sono solo alcuni dei premi e delle menzioni conseguite in questi mesi, che non possono che renderci orgogliosi per la vitalità del nostro tessuto imprenditoriale e per il dinamismo sul fronte dell’innovazione e costante ricerca di perfezionare uno dei prodotti più noti e amati della nostra terra”.

Dello stesso avviso l’assessore allo sviluppo economico, Valeria Santi, che sottolinea come “in tutti questi casi si tratta di imprese giovani, nuove, fatte da persone nate e cresciute a Giano, che hanno creduto nel territorio, nel valore dell’agricoltura e hanno fatto investimenti importanti che, nel tempo, sapranno creare ancor più occupazione e ricchezza, contribuendo in modo fondamentale a diffondere il nome di Giano dell’Umbria in Italia e nel mondo”./Jacoppo Barbarito

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*