Tradito dalla musica alta, polizia scopre un rapinatore, era ricercato da tempo

Tradito dalla musica alta, polizia scopre un rapinatore, era ricercato da tempo
Vicequestore aggiunto, Bruno Antonini

Tradito dalla musica alta, polizia scopre un rapinatore, era ricercato da tempo

Lo stavano cercando da tempo in seguito a una rapina ai danni del Bar Fire di via Trinci e di quella tentata alla Tabaccheria di via XVI giugno. Di lui si erano perse le tracce ed era ricercato anche su scala nazionale. Dopo un periodo di fuga trascorso in Spagna, è stato arrestato a Foligno dalla polizia – in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal gip – un giovane dominicano di 28 anni. Per l’uomo sono scattati gli arresti domiciliari.

A tradirlo la musica troppo alta. Una chiamata al 113 da parte di cittadini esasperati, ha segnalato il volume altissimo della musica proveniente da una casa della zona. I poliziotti arrivati sul posto lo hanno subito riconosciuto ed è scattato l’arresto.

La rapina al Bar Fire è stata compiuta da un bandito solitario che impugnava una pistola il 30 novembre 2018, intorno alle 20.

Il giorno seguente, intorno alle 20.30, il tentato colpo alla tabaccheria di via XVI giugno. Stessa tecnica col bandito che impugnando una pistola ha intimato al titolare di consegnargli il denaro in cassa. Il gestore si è rifiutato e il bandito ha esploso due colpi di pistola, ma era una scacciacani priva però del tappo rosso. Le indagini della polizia sono state avviate subito dopo il tentato colpo di via XVI giugno, ma l’uomo nel frattempo era riuscito a far perdere le sue tracce. Le indagini sul caso non si sono mai fermate, fino all’arresto dell’altro giorno.

1 Trackback / Pingback

  1. Leo Club Foligno, donato monitor multiparametrico a pediatria 

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
9 × 19 =