Si barricò nella scuola della figlia con una finta bomba, condannato

 
Chiama o scrivi in redazione


Si barricò nella scuola della figlia con una finta bomba, condannato

Si barricò nella scuola della figlia con una finta bomba, condannato

Condannato l’uomo che, nell’ottobre 2019, fece irruzione nella scuola della figlia, a Sant’Eraclio, con una finta bomba. Un anno e otto mesi e, al termine, un anno di libertà vigilata. È la condanna inflitta all’uomo dal giudice del tribunale di Spoleto, Federica Fortunati. Il Pm, Patrizia Mattei, aveva chiesto 2 anni.

I reati contestati sono sequestro di persona, interruzione di pubblico servizio, violenza privata, procurato allarme. All’uomo il pagamento di una provvisionale di 5mila euro, le spese legali. Sono state riconosciute le attenuanti generiche. Esclusa la recidiva, l’aggravante di violenza assistita e riconosciuta la seminfermità. L’uomo è stato giudicato con un rito abbreviato, condizionato alla perizia psichiatrica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*