Scontro tra auto e moto, muore Ivano Ceccucci il consigliere comunale di Foligno

 
Chiama o scrivi in redazione


Scontro tra auto e moto, muore Ivano Ceccucci il consigliere comunale di Foligno

Ivano Ceccucci, il capogruppo di Forza Italia a Foligno, è morto a 57 anni nel pomeriggio di domenica a causa di un incidente stradale avvenuto lungo la Terni-Rieti, nel tratto tra Rieti Ovest e Contigliano. Il consigliere comunale, appassionato delle due ruote, stava viaggiando a bordo della sua moto quando si è schiantato contro una Opel Agila.  Era un gruppo di motociclisti e stava facendo ritorno verso Foligno.


di Morena Zingales


Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118, carabinieri e polizia stradale. Lo scontro è stato violento e per Ceccucci non c’è stato nulla da fare, mentre la persona alla guida dell’auto non ha riportato ferite. La salma di Ceccucci è stata portata all’obitorio dell’ospedale. La strada è rimasta chiusa per diverse ore. Numerosi i messaggio di cordoglio arrivati nella sua pagina Facebook dove lo stesso Ceccucci aveva postato le foto della giornata, insieme agli amici.

  • “Cordoglio” del sindaco Zuccarini per scomparsa consigliere Ceccucci

“Esprimo a mio nome, dell’Amministrazione Comunale e dell’intera Città di Foligno, le più sentite condoglianze alla famiglia del consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia, Ivano Ceccucci”. Lo sottolinea in una nota il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini. “E’ un momento di profondissimo dolore per tutti, perdiamo un valido amministratore, vero esempio di lealtà, estremamente corretto e preparato, sul quale poter sempre contare. Una persona umile che sapeva portare la voce e le esigenze dei cittadini all’attenzione dell’amministrazione comunale, impegnandosi ed in prima persona sino al raggiungimento degli obiettivi per dare risposte concrete. Un impegno anche sul fronte del volontariato e della Protezione Civile che gli ha reso onore e dove è riuscito a contraddistinguersi per le sue grandi doti umane e professionali. Perdo un punto di riferimento ed un grande amico al quale mi legava in maniera speciale anche la passione per il mondo dei motori e della meccanica, proprio questa estate abbiamo lavorato insieme al riassemblaggio di un cambio, porterò il suo ricordo con me per sempre. Ho voluto disporre, come massimo tributo, le bandiere a mezz’asta a Palazzo Comunale ed il rinvio, a data da destinarsi del Consiglio comunale che era in programma per domani, con l’accordo unanime di tutte le forze politiche”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*