Lite in piena notte a Foligno per una stufetta che fa troppo rumore

Si "dimenticano" dell'amico, lui non sa tornare a casa e chiama la Polizia

Lite in piena notte a Foligno per una stufetta che fa troppo rumore

Gli operatori della Polizia di Stato del Commissariato di Foligno sono intervenuti la scorsa notte, a seguito di chiamata alla Sala Operativa, in un condominio dove era stata segnalata una lite tra vicini di casa.


Polizia di Stato


Giunti sul posto, gli agenti hanno appreso dalla richiedente, una signora anziana classe 1935, che il vicino di casa, nel corso della notte, avrebbe staccato più volte l’energia elettrica della sua abitazione andando persino a bussare con violenza alla porta di casa.

La donna ha spiegato che, non avendo riscaldamento, si era vista costretta ad utilizzare una stufetta elettrica per scaldarsi. Quest’ultima, a dire della donna, sarebbe stata la causa dell’incrinarsi del rapporto con il vicino che, più volte, si era lamentato del disturbo creato dal rumore dell’elettrodomestico.

I poliziotti, a quel punto, hanno sentito anche la famiglia vicina che, seppur negando di aver disattivato il contattore, hanno confermato di aver bussato a casa della coinquilina per cercare di porre fine a quel rumore che rendeva impossibile il loro riposo.

Dopo aver constatato i cattivi rapporti di vicinato tra le parti, gli agenti hanno invitato entrambe a tenere un comportamento improntato alla correttezza e a rivolgersi alla Polizia di Stato in caso di necessità, evitando di intraprendere autonome iniziative che, alle volte, potrebbero avere anche dei risvolti di natura penale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*