Gli bloccano la pensione di invalidità e minaccia l’impiegata, finisce in carcere

Gli bloccano la pensione di invalidità e minaccia l’impiegata, finisce in carcere

Mancano alcuni documenti e a un 55enne viene sospesa l’erogazione della pensione di invalidità. A partire da questo episodio sono iniziati una serie di appostamenti sul luogo di lavoro, telefonate moleste, messaggi minatori diretti alla donna che aveva seguito la relativa pratica. La vicenda era iniziata alcuni mesi fa. Il tribunale di Spoleto, alla luce di ciò, aveva sottoposto l’uomo alla misura cautelare del divieto di avvicinamento e comunicazione con la persona offesa.

L’indagato, nonostante la cautelare imposta, aveva continuato ad inviare messaggi minatori alla propria vittima. Era convinto che tale situazione sfavorevole fosse in qualche modo imputabile alla donna. Il Tribunale di Spoleto, per questo motivo, ha disposto l’aggravamento della misura cautelare. Gli Agenti del commissariato di Foligno ieri mattina lo hanno arrestato e portato nel carcere di Perugia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*