Criminalità a Foligno, Zuccarini, non abbiamo intenzione di abbassare la guardia

 
Chiama o scrivi in redazione


Criminalità a Foligno, Zuccarini, non abbiamo intenzione di abbassare la guardia

Criminalità a Foligno, Zuccarini, non abbiamo intenzione di abbassare la guardia


Come Sindaco e come Amministrazione Comunale, non abbiamo la minima intenzione di abbassare la guardia nel fronteggiare i fenomeni di criminalità, lo abbiamo fatto fino ad ora, e resta uno dei punti fondamentali della nostra azione. La verità è che la situazione di piazza Matteotti è arrivata a livelli di allarme proprio perché da anni nessuno è mai intervenuto per cercare di sanarne il degrado. I precedenti amministratori si sono affacciati per anni dalle nostre stesse finestre, ci sono passati vicino tutti i giorni come noi, hanno raccolto segnalazioni e lamentele come noi, ma loro sì, hanno preferito far finta di non sentire e di non vedere!
Hanno fatto sì che si creasse una sorta di enclave nel cuore della città, abbandonato al più completo degrado: un luogo seminascosto lasciato in balia di balordi, spacciatori e delinquenti.
Noi abbiamo prontamente avviato un intervento di recupero e di riqualificazione urbana, che proseguirà anche con il potenziamento dell’illuminazione, l’installazione di telecamere e la collocazione di un presidio della Polizia Municipale a piano terra del Palazzo Comunale, proprio su piazza Matteotti. Sono le competenti Forze dell’Ordine che hanno il dovere di garantire la sicurezza, disponendo di uomini e mezzi, ed anche questa mattina ho inviato l’ennesima lettera al Prefetto di Perugia, proprio per sollecitare interventi concreti.
Stiamo facendo tutto quanto possibile fare, nonostante il Covid, i tempi tecnici e lungaggini burocratiche. Una cosa è certa: chi oggi ci punta il dito addosso, in tutti questi anni ha preferito scegliere di non fare nulla: e chi non contrasta il crimine se ne rende complice.
Noi stiamo mettendo a punto un nuovo regolamento di polizia urbana, è in avvio un progetto innovativo di videosorveglianza tarato su misura per le esigenze delle città. La sinistra, come al solito, si dimostra incoerente ed opportunista, indossando a seconda delle convenienze e del tornaconto elettorale, sia le maschere del buonismo che della tolleranza zero.
Vogliono l’esercito in piazza Matteotti, ma poi si sdraiano in piazza della Repubblica contro il Daspo urbano che invece potrebbe risolvere proprio problematiche come questa; hanno fatto si che il centro storico si riempisse di extracomunitari, ed ora loro stessi invocano controlli a tappeto; hanno lasciato che i rom agissero indisturbati per anni, ed ora invocano il pugno duro; la stessa sinistra che a livello nazionale ha tolto il taser alle Forze dell’Ordine oggi pretende che affrontino la delinquenza a mani nude; gli stessi che stanno smantellando i decreti Salvini per la sicurezza, adesso vorrebbero più poteri ai sindaci in materia di sicurezza.
La nostra battaglia proseguirà, nonostante le ipocrite strumentalizzazioni della sinistra, nel solo e superiore interesse di Foligno e dei Folignati!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*