Colpito al viso da un altro studente e scaraventato a terra, bullismo scuola media a Foligno

Colpito al viso da un altro studente e scaraventato a terra, bullismo scuola media a Foligno

Colpito al viso da un altro studente e scaraventato a terra, bullismo scuola media a Foligno

“Nel giorno stesso in cui nella città di Foligno si teneva un incontro con la Polizia di Stato sul Cyberbullismo, tema di grande attualità, si è verificato un atto di bullismo e violenza fisica/psicologica ai danni di uno studente sotto gli occhi dei compagni, genitori e soprattutto insegnanti. Purtroppo il pericolo non arriva solo dalla rete”. E’ quanto scrive in una nota inviata alla stampa il padre di uno studente di una scuola media di Foligno. Pubblichiamo integralmente la sua email inviatoci.

“Nella mattinata di venerdì 8 aprile 2022 alle ore 08.15, presso una scuola media di Foligno, uno studente, minacciato già nei giorni precedenti di ‘pestaggio’ da parte di un suo compagno di scuola, è stato aggredito fisicamente a pugni e calci all’interno del cortile scolastico, sotto gli occhi degli altri studenti, dei genitori presenti (tra cui lo scrivente) e soprattutto di un insegnante, riportando danni fisici con conseguente ricovero ospedaliero per il trauma riportato. Faccio presente che non si può parlare di ‘classica lite’ tra adolescenti, ma di vera e propria aggressione.

Il ragazzo aggredito ha tentato più volte di evitare qualsiasi scontro sia fuori che dentro il territorio scolastico e non ha accennato alcuna provocazione e/o reazione ai fatti. All’interno del cortile della scuola, mentre i ragazzi si avviavano all’interno dell’istituto, il ragazzo in questione è stato colpito improvvisamente dall’altro studente, che dopo averlo colpito al viso e scaraventato a terra si è avventato sopra di lui continuandolo a colpire per poi avviarsi come se nulla fosse verso l’interno dell’istituto scolastico.

Ripeto, che il tutto è accaduto sotto gli occhi di tutti i presenti, studenti, genitori e cosa ancora più grave di un professore nonché, ovviamente, del padre del ragazzo aggredito che immediatamente ha riportato la cosa alla dirigenza scolastica ma che a sua volta non ha ritenuto opportuno prendere alcun provvedimento disciplinare. La cosa pertanto avrà sicuramente un seguito per via legale.

Malgrado la cosa possa sembrare di poco conto, tengo a sottolineare che oggi si parla sempre più spesso di CyberBullismo ma viene troppo spesso dimenticato o preso in modo troppo superficiale il bullismo vero e proprio che oltre a danni fisici comporta ovviamente danni psicologici, umiliazioni, perdita di autostima, disagi e disturbi.

La mancata presa di posizione e responsabilità delle scuole, degli enti e delle persone nei confronti di tali fatti risulta, a mio avviso, essere un fatto assolutamente pericoloso che rende vana la tanta informazione.

Nelle scuole da anni si trattano questi argomenti a livello teorico ma se al verificarsi di tali fatti, non vengono poi prese le giuste posizioni, i giusti provvedimenti e le proprie responsabilità allora la semplice informazione e formazione risulta assolutamente inutile.

Tale contatto vuole solo essere informativo a grandi linee di quanto accaduto ma considerando che non intendo assolutamente tacere su tale argomento tanto delicato quanto importante per l’educazione delle nuove generazioni, mi rendo disponibile per fornire quanti maggiori dettagli qualora fosse di vostro interesse trattare la notizia più approfonditamente”.

1 Commento

  1. Mi piacerebbe sapere in quale scuola media è successo dato che mio nipote ha dovuto cambiare scuola. . la dirigenza scolastica non ha mai preso provvedimenti,partita la denuncia per il ragazzo è stata la fine. Cornuto e mazziato

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*