Castelbuono di Bevagna, si è spenta Alessandrina Corvellini, la “sentinella” del paese

Castelbuono di Bevagna, si è spenta Alessandrina Corvellini

Castelbuono di Bevagna, si è spenta Alessandrina Corvellini, la “sentinella” del paese. Si è spenta ieri, sabato 14 luglio, l’ultima abitante del piccolo paesino di Castelbuono di Bevagna. Alessandrina Corvellini, la “sentinella” di Castelbuono, era nata nel 1926. La novantaduenne si era meritata questo appellativo dopo che, per 20 anni, è rimasta da sola a vigilare sul borgo di Castelnuovo.

Quando vi era nata, il paese era vivo: un borgo in cui ogni abitazione aveva il suo nucleo familiare, c’erano negozi, una scuola che lei stessa ha frequentato ed una chiesa con il parroco. A Castelbuono ha vissuto anche dopo il matrimonio ed ha visto pian piano svuotarsi il castello, che è rimasto intatto nella sua bellezza. “Andarla a salutare – ricorda il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa – era la prima cosa che si faceva quando si arrivava in paese, quando c’erano manifestazioni ed eventi, come la Settimana della pace ad aprile o il concerto della Banda musicale in estate”.

Alessandrina accoglieva tutti con grande piacere, seduta sulla loggia di casa sua, la prima abitazione che si incontra entrando nel bellissimo borgo di Castelnuovo. Mai se ne è andata dal suo paese, non ha seguito l’unico figlio a Roma e in questi ultimi anni è stata curata amorevolmente dalle nipoti, che salivano fino a Castelbuono per starle vicina. “Per Bevagna – sottolinea il sindaco Falsacappa – la sua perdita rappresenta la fine della storia di un borgo che vedeva in Alessandrina Corvellini l’ultimo abitante. Le abitazioni del borgo sono infatti ristrutturate ma sono luogo di villeggiatura per chi ha ancora un legame con il castello”.

Ad Alessandrina, il sindaco di Bevagna e tutti gli amministratori comunali danno un caloroso saluto, nella consapevolezza che ora Castelbuono non ha più la sua cara sentinella. I funerali di Alessandrina Corvellini si svolgeranno domani, lunedì 16 luglio, alle ore 10 nella chiesa dell’Annunziata di Capro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*